Home News Aggressione treno | attiva i freni di emergenza e pesta conducente

Aggressione treno | attiva i freni di emergenza e pesta conducente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:16
CONDIVIDI
aggressione treno
Aggressione treno arrestato autore FOTO viagginews

Grave caso di aggressione sul treno. Responsabile un uomo di 42 anni colpevole di una sciocca distrazione. Per tutta ragione se la prende col capotreno.

Una aggressione su un treno Italo ha avuto luogo nella serata di ieri. Responsabile un uomo di 42 anni che, dopo essere stato fermato dalle forze dell’ordine, si è rivelato essere un pregiudicato. Questo individuo aveva azionato il freno d’emergenza senza alcun motivo valido. Cosa vietatissima dalle regole e che porta a conseguenze anche penali. L’aggressore, dopo aver fermato il mezzo su rotaie, si è scagliato contro il capotreno. Colpa di una distrazione della quale lui e soltanto lui era responsabile. Da quanto ricostruito, il pregiudicato aveva accompagnato la madre sul convoglio in partenza da Napoli e con destinazione Bergamo. Ma nonostante i segnali del capotreno che indicavano la partenza del treno, lui si era attardato e non era riuscito a scendere in tempo. Perciò ha pensato bene di azionare i freni di emergenza, reagendo male quando il capotreno lo ha raggiunto e gli ha chiesto spiegazioni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Aggressione treno, l’autore bloccato dopo una ‘passeggiata’ notturna sui binari

Per tutta reazione il pregiudicato ha fatto valere le proprie ingiustificabili ragioni scagliandosi contro il dipendente di Italo a pugni e calci. Poi è sceso sui binari incamminandosi a piedi in direzione della stazione di partenza. Cosa che ha rischiato di mettere in pericolo la sua vita e la sicurezza dei treni in viaggio a quell’ora su quella tratta. Alla fine ci ha pensato la Polizia Ferroviaria a fermarlo mentre il treno è rientrato con ai comandi un altro operatore. Il titolare infatti era finito ko per le percosse ricevute. I convogli in viaggio in quel tratto hanno dovuto procedere molto lentamente per la presenza del 42enne sui binari. Il capostazione aggredito se l’è cavata con una prognosi di 6 giorni. L’autore dell’aggressione sul treno ha invece ricevuto una denuncia per messa in pericolo della sicurezza dei pubblici trasporti, interruzione di pubblico servizio e resistenza ad incaricato di pubblico servizio. Ora si trova agli arresti domiciliari.