Home News Omicidio suicidio Orvieto | impiegato della Aeronautica massacra moglie e figlia e...

Omicidio suicidio Orvieto | impiegato della Aeronautica massacra moglie e figlia e si uccide

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:29
CONDIVIDI
omicidio suicidio orvieto
Omicidio suicidio Orvieto FOTO viagginews

Un uomo con un onorevole passato al servizio delle forze armate commette un omicidio suicidio ammazzando la moglie, la figlia e poi sé stesso.

Drammatico caso di omicidio suicidio ad Orvieto. Un impiegato civile dell’Aeronautica, il 66enne Carlo Carletti, è fortemente sospettato di avere compiuto una strage in famiglia e di essersi poi tolto la vita. Lui, la moglie e la loro figlia sono stati trovati morti in casa dai carabinieri accorsi dopo una segnalazione. La famiglia abitava in pieno centro. Le altre due vittime sono Rosalba Politi, coetanea di Carletti, e la 34enne Cinzia. A lanciare l’allarme il fratello dell’uomo, che da diverse ore non riusciva a mettersi in contatto con nessuno dei suoi parenti. All’una di notte però ha fatto loro visita e si è accorto della tragedia avvenuta. I cadaveri si trovavano ognuno in una stanza diversa della casa. I carabinieri di Terni, coordinati dalla Procura della città umbra, hanno aperto una indagine.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Omicidio suicidio, gli indizi portano con forza verso questa direzione

I primi indizi raccolti lasciano proprio propendere per l’omicidio suicidio commesso da Carlo Carletti. L’arma utilizzata, un fucile da caccia, si trovava accanto al suo corpo privo di vita. Sembra che lui fosse affetto da alcuni problemi psicologici. Tutto sarebbe accaduto nel pomeriggio di ieri, con il 66enne che ha sparato in testa sia alla moglie che alla figlia. Una volta compiuta la strage si è poi sparato con la stessa arma. Appassionato di armi, aveva nella sua abitazione diversi altri fucili. In passato Carlo Carletti era stato insignito con la nomina a cavaliere della Repubblica ed aveva alle spalle una lunga carriera in ambito militare. La moglie era pensionata mentre la loro figlia lavorava in una casa di riposo e faceva del volontariato.