Home News Al Bano, Romina e la figlia Ylenia: “Se una madre fa quello...

Al Bano, Romina e la figlia Ylenia: “Se una madre fa quello che sta facendo lei…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:51
CONDIVIDI

YleniaAl Bano, Romina e la figlia Ylenia: “Se una madre fa quello che sta facendo lei…”. Il commento del cantante a ciò che ha detto l’ex moglie pochi giorni fa.

Al Bano torna a parlare dell’aspetto più doloroso di tutta la sua vita, la scomparsa della figlia Ylenia. Torna a farlo perché la ragazza avrebbe compiuto 49 anni il prossimo 29 novembre e perché a parlarne per prima è stata proprio la mamma Romina Power. I due si sa hanno posizioni diverse: lei non ha mai smesso di credere e sperare che Ylenia sia viva, lui invece ha perso le speranze da tempo.

Al Bano però commenta così le parole recenti dell’ex moglie: “Mi auguro che abbia ragione lei. Quando una madre fa quello che fa Romina per nostra figlia Ylenia tutto va bene. Quindi ben venga”. Romina aveva detto in un messaggio su Instagram: “Non ho mai perso la speranza di abbracciarla di nuovo. So che da allora è cambiata, ma se qualcuno riconosce una donna che assomiglia a questa ragazza per favore mi contatti”.

Ritratto di Ylenia Carrisi

Ylenia Maria Sole Carrisi, meglio nota semplicemente come Ylenia Carrisi, è nata a Roma il 29 novembre 1970, figlia primogenita di Al Bano e Romina Power. Televisivamente viene ricordata soprattutto nel ruolo di valletta della prima edizione (1989) del telequiz La ruota della fortuna, condotto da Mike Bongiorno su Canale 5. Nel 1983 recitò inoltre una parte nel film Champagne in paradiso di Aldo Grimaldi con protagonisti i suoi genitori. E nel 1987 esordì come cantante in duetto con la madre nel brano Abbi fede dell’album Libertà! Mentre frequentava un corso di letteratura presso il King’s College di Londra, Ylenia iniziò a coltivare il sogno di girare il mondo in solitaria, munita solo di uno zaino e del suo diario. Nel luglio del 1993, appena rientrata a Roma dal primo viaggio a New Orleans, disse al padre che a ottobre sarebbe partita per il Belize perché voleva scrivere un libro sugli artisti di strada e i senzatetto: quella era infatti la zona da dove partivano gli artisti di strada per andare a New Orleans.

Il mistero della scomparsa

L’ultimo contatto di Ylenia con la famiglia risale al 1º gennaio 1994 (31 dicembre 1993 in Louisiana a causa del fuso orario): una chiamata partita dal telefono del LeDale Hotel di New Orleans, presso il quale era arrivata il 31 dicembre 1993. Quella telefonata si sarebbe svolta in modo del tutto tranquillo: Ylenia parlò con la madre Romina e forse con altri membri della famiglia. La chiamata del giorno precedente, invece, si era conclusa bruscamente nel corso di una discussione con il padre, contrariato dal fatto che la figlia si trovasse nuovamente a New Orleans, città nella quale circa sei mesi prima Ylenia aveva conosciuto il trombettista di strada Alexander Masakela, il quale aveva destato forti sospetti nei genitori della ragazza; proprio lui fu infatti il primo accusato della sua scomparsa.