Venezia, allarme acqua alta: raggiunti i 190, morta una persona

Venezia acqua altaA Venezia il livello dell’acqua è preoccupante, raggiunti i 187 cm, ed il sindaco chiede aiuto allo Stato. Ieri notte c’è stata già una vittima.

Nella tarda serata di ieri, a causa di forti raffiche di vento a 100 km/h, il livello dell’acqua ha raggiunto i 187 cm a Venezia. La città lagunare è stata completamente allagata, il che ha causato disagi enormi agli abitanti. A causa dell’eccezionale livello del acqua è stata registrata una vittima nell’Isola di Pellestrina, una delle lingue di terra che separano il capoluogo veneto dal mare. L’uomo, un pensionato di 68 anni, è stato fulminato in seguito ad un cortocircuito elettrico generato proprio dall’allagamento dell’abitazione.

Dal comune è stata diramata l’allerta, onde evitare che l’alta marea causi ulteriori vittime. Le scuole rimarranno chiuse oggi 13 novembre e si valuterà la situazione nella giornata di domani per verificare se sia necessario prolungare il procedimento. Il rischio è che il livello dell’acqua si alzi ulteriormente, già ieri si è giunti a quasi 190 cm, la seconda soglia più alta dal 1923, seconda solo all’alluvione del 1966.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Venezia allagata, il sindaco: “Questa volta è un disastro”

La situazione è grave, ieri sera gran parte della città, dalla zona del Rialto a Piazza San Marco, era sommersa da oltre un metro d’acqua ed era impossibile attraversarla. Inoltre l’eccezionale alta marea ha causato black out in varie zone. A controllare la situazione la Polizia municipale ed il sindaco Luigi Brugnaro, il quale ha lanciato una richiesta d’aiuto al governo: “Chiediamo al governo di partecipare e di capire a che punto è l’organizzazione del Mose che qui si rischia di non farcela più”.

Al di là della costruzione del Mose verrà chiesto aiuto per affrontare le conseguenze dell’alluvione: “Chiederemo stato di crisi. Cittadini e imprese raccolgano materiale utile a dimostrare danni subiti. Nei prossimi giorni comunicheremo modalità per richiesta di contributo”.