Home News Preti uccisi in Siria | attentato rivendicato dall’Isis | FOTO

Preti uccisi in Siria | attentato rivendicato dall’Isis | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:55
CONDIVIDI
preti uccisi Siria
Due preti uccisi in Siria FOTO Twitter

Due preti uccisi in Siria dall’Isis: i terroristi dello Stato Islamico rivendicano il gesto. Le due vittime stavano svolgendo opera umanitaria.

Due preti uccisi in Siria. La notizia è stata confermata da media siriani e da fonti locali. Le vittime sarebbero due membri della comunità cattolica armena di Qamishli, località situata nel nord-est del Paese da tempo teatro di una guerra che coinvolge varie etnie. E nella quale anche i militanti dell’Isis giocano un ruolo predominante. Una delle vittime si chiamava Hovsep Petoyan, ed assieme all’altro religioso è stato ammazzato in circostanze ancora poco chiare. Quel che appare certo è che si tratterebbe non di un atto accidentale ma di un qualcosa di deliberato. Il sito web arevelq riporta che i due preti uccisi hanno trovato la morte a Deir ez-Zor, nel distretto di Busayra, dopo avere fatto visita ad alcune famiglie armene bisognose di assistenza umanitaria.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Preti uccisi, l’Isis avrebbe rivendicato il terribile gesto

Con tutta probabilità i responsabili devono essere proprio dei facinorosi militanti dell’Isis. Sembra infatti che i fondamentalisti del fanatico Stato Islamico – il cui leader Abu Bakr al-Baghdadi si è fatto esplodere qualche settimana fa dopo essere stato braccato dai militari statunitensi – abbiano rivendicato questo attentato. La zona è sotto controllo delle forze curdo-siriana ma i terroristi sono presenti con delle sacche di resistenza e non hanno intenzione di arrendersi né di deporre le armi. A poca distanza poi imperversa anche la Turchia nella sua ultrasecolare opera di opposizione ai curdi.