Pollo poco cotto | ne mangia un piatto e resta paralizzato

Pollo cotto
Un uomo mangia del pollo cotto e resta paralizzato FOTO viagginews

Un uomo perde del tutto la funzione degli arti e di deglutire dopo aver mangiato del pollo poco cotto. Ma dopo una lunga riabilitazione sta reagendo alla grande.

Un uomo ha perso la funzione delle gambe dopo aver mangiato del pollo cotto. Lui si chiama Richard Jackson, ha 39 anni ed è originario di Brighton, nel sud dell’Inghilterra. L’incidente avvenne all’incirca un anno e mezzo fa, dopo essere rimasto del tutto paralizzato dal collo in giù. In tutti questi mesi ha svolto una dura e costante riabilitazione che però ha fruttato dei buoni effetti. Al punto che il prossimo 8 dicembre Richard prenderà parte ad una maratona benefica, allo scopo di raccogliere dei fondi da destinare alla clinica che in questo anno e mezzo lo ha curato. Da quanto si apprende, l’uomo mangiò del pollo cotto come già fatto altre volte. Soltanto che la carne risultava di cottura assai lieve, dando adito ad un particolare batterio – il Campylobacter – di agire in maniera nefasta sul suo organismo. Da lì si ebbe un avvelenamento di primo acchito lieve, ma che poi ha avuto conseguenze tanto impreviste quanto devastanti. Sorse infatti una rara e gravissima malattia autoimmune che gli fece perdere l’utilizzo degli arti.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Pollo cotto, Richard lo ha mangiato in un locale di Londra

Tutto ciò avvenne in occasione di un suo pernottamento a Londra, dove Richard pranzò e cenò in locali diversi. Questo fa si che non ricordi dove abbia assaggiato di preciso la carne di pollo cotto in realtà quasi cruda. A delle iniziali problematiche di natura intestinale seguirono delle difficoltà nel muovere correttamente le braccia. Il consulto in ospedale non poté evitare l’aggravarsi della situazione, fino ad arrivare all’impossibilità sia di deglutire che di camminare. Per alcuni giorni lo sfortunato protagonista di questa vicenda è rimasto anche in coma farmacologico. Il tutto avvenne all’incirca cinque giorni dopo quel maledetto pasto. I dottori riscontrarono una reazione insolita del sistema immunitario di Richard contro il suo stesso midollo spinale. Richard si è rivolto ad una clinica specializzata che pian piano gli sta restituendo la perduta mobilità. E lui come ringraziamento ha scelto di mettersi in gioco, anche per aiutare sé stesso. Il batterio Campylobacter, secondo dati ufficiali, rappresenta la prima causa di intossicazione alimentare in Gran Bretagna.