Home News Moglie di Gigi Proietti, chi è Sagitta Alter: età, carriera e vita...

Moglie di Gigi Proietti, chi è Sagitta Alter: età, carriera e vita privata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:57
CONDIVIDI

Chi è Sagitta Alter storia e vita privata della compagna di ProiettiMoglie di Gigi Proietti, chi è Sagitta Alter: età, carriera e vita privata dell’ex guida turistica svedese che sta insieme all’attore romano da 50 anni.

La storia d’amore tra Gigi Proietti e Sagitta Alter è cominciata quando erano ancora dei ragazzi. Si sono conosciuti nell’estate romana del 1962, il comico era ancora agli inizi e si esibiva cantando nei migliori locali e night della città eterna. Sagitta, invece, era una guida turistica svedese e prima di conoscerlo sarebbe dovuta tornare a casa, ma la passione travolgente che li ha colpiti l’ha convinta a rimanere in Italia.

Il loro amore dura da 57 anni e, a detta di entrambi, non ha mai conosciuto battute d’arresto o fasi di crisi. Ciò nonostante, la coppia non ha pensato di compiere il grande passo (il matrimonio) e sembra che non ne sentano l’esigenza nemmeno oggi. Dalla loro unione sono nate due figlie: Carlotta e Susanna.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Sagitta Alter, la compagna di Gigi Proietti

Sulla vita di Sagitta Alter si sa veramente poco perché la donna è sempre stata molto riservata ed ha preferito rimanere lontana dalle luci della ribalta anche nel periodo in cui il compagno è diventato uno dei personaggi televisivi più noti del vecchio stivale. Oltre al lavoro come guida turistica, la donna si è occupata di crescere le due figlie avute con Gigi e pare che proprio lei avesse il compito di amministrare con una ferrea disciplina svedese la loro educazione.

A raccontare qualche dettaglio sulla personalità di Sagitta e la secondogenita Carlotta (oggi 36enne), spiegando, attraverso un aneddoto, che la madre era molto severa, mentre il padre era il genitore comprensivo. La storia risale a quando Carlotta aveva appena 14 anni ed era stata scoperta a fumare a scuola. La preside avvertì la famiglia ed al ritorno a casi si attendeva la punizione: “Mamma era davanti la porta, scura in volto: ‘Ha telefonato la scuola, so che ti hanno scoperta mentre fumavi. E adesso a Papà glielo dici tu’. Andai da mio padre. Bussai alla porta del suo studio: ‘Devo confessarti una cosa, papà’. Lui stava sfogliando il giornale. Alzò lo sguardo. ‘Dimmi, amore di papà, che c’è?’. ‘Ecco, vedi….. Stamattina a scuola  mi hanno scoperta  a fumare una sigaretta’. Sorpreso  mi domandò:  ‘E perché, non si può fumare a scuola?’ “.