Home Curiosità Strage di Bologna, cori spregevoli dai tifosi dell’Inter allo stadio

Strage di Bologna, cori spregevoli dai tifosi dell’Inter allo stadio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:33
CONDIVIDI
Inter Strage di Bologna
Tifosi interisti inneggiano alla Strage di Bologna allo stadio FOTO viagginews

La Strage di Bologna derisa e schernita da alcuni tifosi nerazzurri durante Bologna-Inter di sabato scorso, l’episodio suscita rabbia ed indignazione.

Durante la partita Bologna-Inter giocata sabato 2 novembre i sostenitori al seguito della squadra nerazzurra si sono macchiati di un deprecabile gesto. L’ennesimo nel calcio italiano, dominato da persone che vanno allo stadio evidentemente per dare libero sfogo alla loro ignoranza ed alla piccolezza umana che li contraddistingue. Non si spiegano altrimenti i cori dei supporters interisti rivolti a quelli di casa (anche loro spesso rei di insulti contro l’umana tolleranza contro Napoli ed i suoi abitanti, n.d.r.) che inneggiavano in pratica alla strage di Bologna del 2 agosto 1980. “Siam venuti in curva perché, la stazione di Bologna non c’è”. Uno sfottò, per così definirlo, ripetuto tre volte. E tanto è bastato affinché in molti lo sentissero e si indignassero a giusta ragione.

LEGGI ANCHE –> Balotelli, Luca Castellini punito dal Verona: “Niente stadio fino al 2030” – FOTO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Strage di Bologna, coro odioso dai tifosi dell’Inter

Tra i presenti al Dall’Ara per Bologna-Inter sabato scorso c’era anche Alessandro Alberani, ex segretario Cisl ed attuale presidente dell’Azienda Casa Emilia-Romagna di Bologna e Provincia (Acer). “Quel giorno ero tra i soccorritori, come si fa ad insultare la memoria degli 85 morti e 200 feriti e delle loro famiglie? Quei cori hanno destato la nostra rabbia. Sarebbe bella una mossa conciliatrice dall’Inter, come portare l’intera squadra davanti alla lapide”. Dello stesso avviso è anche Paolo Bolognesi, presidente dell’associazione che raggruppa i parenti delle vittime. Lui allo stadio non c’era e stenta a credere a quanto avvenuto. “Ma se così fosse sarebbe gravissimo – afferma all’agenzia Dire – la memoria di vittime e ferite non si può offendere così e la cosa non deve restare impunita. Già c’è il razzismo ad inquinare il calcio italiano, almeno la Strage di Bologna lasciamola stare. Sono dell’idea che l’Inter dovrebbe porgere le proprie scuse”.