Home News Alberto Antonello si sveglia dal coma e urla il nome della fidanzata

Alberto Antonello si sveglia dal coma e urla il nome della fidanzata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:01
CONDIVIDI

Alberto AntonelloAlberto Antonello si è risvegliato dal coma e il suo primo pensiero è andato alla fidanzata Giulia, morta nell’incidente che lo ha quasi ucciso.

Tra le tragedie stradali dello scorso fine settimana ha avuto maggiore risalto quella avvenuta a Musile di Piave. La notte tra venerdì e sabato, l’auto guidata da Alberto Antonello è uscita fuori strada. Il violento urto che ne è seguito è costato la vita a Giulia Zandarin (18 anni) e stava per costare la vita anche al ragazzo. In questi giorni si è parlato molto della vicenda, sia perché il guidatore è figlio di Franco Antonello (noto per il suo impegno in favore delle persone autistiche) sia perché pare che Alberto si sia messo alla guida con un tasso alcolemico superiore al consentito.

Solo ieri Franco aveva accusato la stampa di aver criminalizzato il figlio per un errore. L’uomo ha dichiarato che non si può dimenticare quanto di buono fatto nella vita per aver “fumato una canna”. D’altronde la morte della fidanzata è già una punizione sufficiente per Alberto, il quale dovrà a vita convivere con il rimorso.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Alberto Antonello si sveglia dal coma, il primo pensiero è per Giulia

Dopo giorni d’apprensione, Alberto era in coma farmacologico e rischiava di non svegliarsi, il ragazzo ha piano piano ripreso conoscenza. Il primo pensiero del giovane è stato rivolto alle condizioni di salute della fidanzata Giulia. A quel punto gli è stato comunicato cos’era successo e Alberto è entrato in uno stato di agitazione e disperazione. In seguito alla crisi, il personale medico è stato costretto a sedarlo per farlo tranquillizzare.

Intanto la famiglia Zandarin ha fissato le esequie per domani mattina alle 10:30. Amici e parenti di Giulia si riuniranno per un ultimo saluto alla ragazza tragicamente scomparsa venerdì notte nella chiesa di San Floriano. Le esequie saranno tenute dal parroco don Franco De Marchi e durante la cerimonia sarà permesso alle amiche di Giulia di leggere una lettera d’addio.