Berrettini vola alle ATP Finals: è il terzo azzurro a riuscirci nella storia

Matteo Berrettini
Getty Images

Grazie alla netta vittoria di Shapovalov su Monfils, Matteo Berrettini è diventati il terzo italiano ad accedere alle ATP Finals, nella storia del tennis.

Il 2019 è stato un anno straordinario per il movimento tennistico italiano. Ad inizio anno, il nostro esponente numero 1, Fabio Fognini, ha raggiunto la top ten della classifica ATP dopo 40 anni dall’ultima volta che un italiano ci era riuscito. L’impresa è stata poi bissata dal talento emergente del nostro tennis, ovvero Matteo Berrettini: il tennista romano ha raggiunto l’8° posto nella classifica mondiale a soli 23 anni e grazie alla sconfitta odierna di Monfils vi è rimasto ottenendo il pass per le ATP Finals.

Si tratta di un traguardo storico, visto che Matteo è solamente il terzo italiano a riuscirci nella storia. Prima di lui, infatti, ci erano riusciti solamente Adriano Panatta nel 1975 e Corrado Barazzutti nel 1978. Le esperienze degli illustri predecessori non sono state positive, visto che entrambi hanno perso i tre incontri della fase iniziale. Berrettini, dunque, ha l’occasione di riscrivere la storia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La sconfitta inattesa di Monfils

A rendere ancora più piacevole la qualificazione alle ATP Finals dell’azzurro c’è il fattore sorpresa. Tutto infatti dipendeva dal risultato dell’incontro tra Gael Monfils (in ballottaggio con Berrettini per l’8° posto), tennista da anni nelle prime posizioni del ranking, ed il giovanissimo e promettente canadese Denis Shapovalov (20°). I due si incontravano oggi nei quarti di finale del torneo di Parigi-Bercy e sin dal primo istante si è capito che il favorito era in difficoltà. Dopo aver vinto il primo game, Monfils ha perso due battute ed ha permesso al rivale di portarsi in netto vantaggio. Il set è finito con un netto 6-2, ripetuto anche nella seconda frazione di gara, dove il francese ha perso nuovamente due battute.