Amazzonia, Bolsonaro choc: “Ho provocato aumento degli incendi”

jair bolsonaro
(RICARDO MORAES/AFP/Getty Images)

Amazzonia, Bolsonaro choc: “Ho provocato aumento degli incendi”. L’ammissione del Presidente brasiliano è una rivendicazione del suo gesto. 

Jair Bolsonaro intervenendo alla Future Investment Initiative a Riyad spiega il motivo di quanto avvenuto nella Foresta Amazzonica: “Il Brasile è stato attaccato sulla questione amazzonica. Sono problemi che succedono anno dopo anno, perché fa parte della cultura del popolo bruciare parte delle proprietà per la sopravvivenza”.

Leggi anche –> Incendi in Amazzonia: panico anche in Africa per la seconda foresta pluviale del Pianeta

Amazzonia in fiamme, foto choc dell’astronauta Parmitano via Twitter

“Il fumo, visibile per migliaia di chilometri, di decine e decine di incendi dolosi nella foresta amazzonica”. Così ha scritto il noto astronauta Luca Parmitano sul suo profilo Twitter.

Gli scatti dell’Amazzonia da una prospettiva “spaziale” postati su Twitter dall’astronauta Luca Parmitano rendono (drammaticamente) bene l’idea di quel che sta succedendo in Brasile, e spiegano meglio di mille parole perché quei roghi sono un problema per il mondo intero. Non è un mistero, d’altro canto, che dal 1970 a oggi siano andati persi circa 800.000 chilometri quadrati di foresta amazzonica (pari a circa un quarto dei suoi 4 milioni di chilometri quadrati originali). I territori che negli anni sono stati destinati all’agricoltura, alla raccolta del legno e alle miniere hanno un’estensione pari a quella della Turchia. Gli incendi hanno aggiunto un’emergenza all’emergenza e rischiano di diventare la goccia che fa traboccare al vaso e fa collassare il sistema.