Raffaele Paganini si confessa: “La verità sul mio rapporto con Heather Parisi”

Il celebre ballerino romano Raffaele Paganini racconta diversi aneddoti riguardo la sua vita privata e non solo. Ecco le sue parole. 

Il matrimonio e il grande amore con Debora, il ricordo commosso di Manuel Frattini, il chiacchieratissimo rapporto con Heather Parisi. C’è tutto questo nella confessione a cuore aperto che Raffaele Paganini ha affidato ai microfoni di Vieni da Me.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La confessione a cuore aperto di Raffaele Paganini

Il celebre ballerino romano, classe 1958, ha raccontato diversi aneddoti sulla sua vita privata, a partire dal grande amore per la moglie Debora (con la quale è sposato da oltre 35 anni) e dal rapporto con Heather Parisi, la showgirl più volte indicata in passato come la sua compagna. Senza dimenticare naturalmente Manuel Frattini, scomparso poche settimane fa, al quale Raffaele Paganini era molto legato.

Frattini “ha lasciato un vuoto negli amici e nella famiglia, ma ha lasciato un vuoto anche nello spettacolo”, spiega il ballerino, che lo conosceva bene. “Era un interprete eccezionale. Lui era veramente eccezionale. Ve lo garantisco, salgo sul podio, era straordinario”. Quanto alla Parisi, il Nostro chiarisce che con lei ci fu solo una grande amicizia e un sodalizio professionale. Nessun fidanzamento, dunque, anche perché la danzatrice la conobbe dopo il matrimonio con Debora. La moglie fu gelosa? “Un pochino… – risponde Paganini -. Come succede tra donne. Però mia moglie ha un difetto, è intelligente. Capì che non c’era alcun problema…”.

“Però, in effetti – aggiunge l’intervistato -, quello che succedeva con la Parisi è che lavoravamo molto assieme e stavo più con lei che con mia moglie…”. “Lei era molto famosa e finivamo tutte le settimane sulle prime pagine dei giornali”. Ma, ribadisce Paganini, era solo gossip. Il suo vero e unico amore è la moglie, al quale è legato da ben 35 anni: “Ci siamo conosciuti a scuola di danza, ci siamo incontrati e innamorati”. E vissero felici e contenti.

EDS