Milan gruppo Vuitton, voci insistenti di cessione al colosso della moda

Milan gruppo Vuitton
Voce Milan gruppo Vuitton FOTO viagginews

Circola una indiscrezione Milan gruppo Vuitton, con il gigante della moda interessato al club rossonero anche per motivazioni extracalcistiche.

Giunge una voce Milan gruppo Vuitton che avrebbe del clamoroso. Mentre la squadra rossonera non se la passa affatto bene, ecco che dal punto di vista societario potrebbe verificarsi una nuova svolta. Il fondo Elliott, che ha acquistato in club solamente a luglio del 2018 nominando come presidente Paolo Scaroni, pare abbia aperto alla possibilità di cedere la società, come riferito dal quotidiano ‘Il Giorno’. L’attuale proprietà smentisce – timidamente, sottolinea ‘Il Giorno’ – ma la notizia vedrebbe degli atti concreti verificatisi negli ultimi mesi ad opera di Bernard Arnault. Quest’ultimo è il proprietario del gruppo Lvmh-Luois Vuitton, ovvero il polo mondiale del lusso più grande e potente al mondo. Il facoltoso uomo d’affari francese avrebbe chiesto il parere di banche ed esperti finanziari riguardo alla possibilità di comprare il Milan.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Milan gruppo Vuitton, la voce circola da tempo

E tutto questo entro l’estate 2020. Ci sarebbe già un importante soggetto nel ruolo di advisor, ovvero la banca di investimento Lazard, con sede a Londra. Pubblicamente il gruppo Vuitton ha già smentito per bocca di Antoine Arnault, figlio di Bernard. Eppure l’intenzione sarebbe tutt’altra, ovvero quella di investire nel club rossonero. Il binomio Milan gruppo Vuitton porterebbe introiti praticamente senza fine nelle casse societarie. Il grosso affare avverrebbe anche per motivazioni extracalcistiche e più prettamente economiche. A causa della Brexit, Londra sta perdendo d’interesse e rischia di comportare spese ingenti per qualunque azienda di ogni settore. Spostarsi a Milano, da sempre una delle capitali mondiali della moda, potrebbe risultare un’ottima mossa sia d’immagine che per gli affari da parte del gruppo Vuitton. E rimanendo a tematiche più prettamente sportive, circola già il nome di quello che potrebbe essere il futuro allenatore.

In panchina tornerebbe una vecchia conoscenza, questa la cifra giusta

Si tratta di Massimiliano Allegri, che al Milan c’è già stato vincendo uno scudetto. L’ex mister della Juventus è attualmente senza contratto ed in attesa di una chiamata importante. Quanto occorrerebbe però per far si che il fondo Elliott ceda la squadra? ‘Il Giorno’ ipotizza una cifra e parla di una richiesta già avvenuta di ben un miliardo e 200 milioni di euro. Questo a fronte di investimenti già avvenuti da parte della attuale dirigenza per 700 mln. La proprietà statunitense avrebbe anche rifiutato una offerta di cessione del Milan di 600 milioni, giunta da Daniel Kretinsky, proprietario dello Sparta Praga. L’idea di Paul Singer, il capo del fondo Elliott, sarebbe quella di rilanciare la squadra per avere poi le condizioni più favorevoli possibili per poter vendere. Anche in questo senso il Milan starebbe lavorando alacremente allo scopo di avere un nuovo stadio.