“La vita bugiarda degli adulti”, il nuovo libro di Elena Ferrante: svelata la copertina

Dopo il successo dell'”Amica geniale”, il 7 novembre uscirà in tutte le librerie il nuovo libro di Elena Ferrante intitolato “La vita bugiarda degli adulti”

La vita bugiarda degli adulti

Il 7 novembre uscirà in tutte le librerie il nuovo libro di Elena FerranteLa vita bugiarda degli adulti“. Dopo il grande successo dell’autrice della fortunata serie dell'”Amica geniale“, ecco una nuova sfida. Svelata anche la copertina del nuovo romanzo con una foto in bianco e nero di due mani di donna ingioiellate che proiettano sul muro la loro ombra.  L’annuncio è arrivato direttamente dalla casa editrice che ha pubblico la copertina. Un mese fa era già stato anticipato l’incipit del libro, dal quale si deduceva l’ambientazione napoletana della storia, simile a quella della quadrilogia dell’”Amica geniale“. Non si conosce ancora la reale identità delle protagoniste. Dal libro è stata prodotta una serie tv la cui prima stagione diretta da Saverio Costanzo è andata in onda nel 2018 su Raiuno. In vista del 2020 è in programma la seconda stagione sempre su Rai1.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

“La vita bugiarda degli adulti”, le curiosità

Ecco il primo brano anticipato un mese fa: “Due anni prima di andarsene di casa mio padre disse a mia madre che ero molto brutta. La frase fu pronunciata sottovoce, nell’appartamento che, appena sposati, i miei genitori avevano acquistato al Rione Alto, in cima a San Giacomo dei Capri. Tutto – gli spazi di Napoli, la luce blu di un febbraio gelido, quelle parole – e’ rimasto fermo. Io invece sono scivolata via e continuo a scivolare anche adesso, dentro queste righe che vogliono darmi una storia mentre in effetti non sono niente, niente di mio, niente che sia davvero cominciato o sia davvero arrivato a compimento: solo un garbuglio che nessuno, nemmeno chi in questo momento sta scrivendo, sa se contiene il filo giusto di un racconto o e’ soltanto un dolore arruffato, senza redenzione…'”. La tematica del racconto sarà quello che coinvolge il rapporto tra genitori e figli. Le protagoniste di Elena Ferrante dovrebbero essere tutte originarie di una Napoli popolare, la Napoli del rione, e sono complicate, a volte violente, ma anche emotive e fragili.