E-sports, che cosa sono e come funzionano: videogames, tornei, premi

Conosciamo meglio il mondo degli E-Sports: come funzionano e come sono strutturati i tornei. In Italia è già possibile anche scommettere sugli eventi

E-Sports
Getty Images

Gli e-Sports sono competizioni tra giocatori di videogiochi, tra i più conosciuti: tra di essi League of Legends o Clash of clans.  I giocatori più assidui creano comunità e gran parte dell’audience non gioca ma guarda le competizioni sia via streaming sia offline. Twitch.tv è il principale sito di trasmissione di e-Sports: genera più traffico sui internet con gli utenti del sito consumano in media 421,6 minuti al mese. I minuti trascorsi con gli e-Sports sono il 44% in più di quelli consumati su Youtube. Inoltre i campionati degli eSports più popolari come League of Legends creano comunità più grandi della maggior parte dei campionati sportivi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

E-sports, che cosa sono e come funzionano: i tornei

Inizialmente i tornei venivano disputati in piccole sale, ora hanno luogo in spazi avveniristici, riqualificati per l’occasione. Nel 2015 è toccato al Madison Square Garden, tempio della NBA, e allo stadio di Wembley, casa della nazionale di calcio inglese. Nel 2014 le finali mondiali si sono disputate in Corea del Sud, a Seul, nello stesso stadio in cui il Brasile ha vinto i mondiali di calcio del 2002. Inoltre, sono in costante crescita i numeri relativi alle visualizzazioni sulle piattaforme di streaming come Twitch, Azubu e la sezione gaming di Youtube per gli eventi E-Sports più seguiti. Già dal 2016 è infatti possibile scommettere in Italia su questi eventi internazionali affidandosi ad operatori affiliati al circuito AAMS. Dopo l’improvvisa crescita di questo movimento, dal 2017, si è iniziata a prendere in considerazione la possibilità di vedere competizioni e-Sports come evento da medaglia per i Giochi Olimpici di Parigi del 2024.