Ribery, arriva la stangata per la Fiorentina: squalifica dura – VIDEO

Franck Ribery, arriva la stangata per la Fiorentina e il suo attaccante: squalifica dura, tre giornate, il video che mostra la spinta al guardalinee.

(Gabriele Maltinti/Getty Images)

Fine gara concitato quello tra Fiorentina e Lazio: dopo la vittoria dei biancocelesti in casa della Viola è successo un po’ di tutto. Proteste soprattutto della squadra padrona di casa, che recriminava per alcuni episodi. Uno dei più infervorati era Franck Ribery: l’ex stella del Bayern Monaco l’ha fatta grossa e il giudice sportivo lo ha adesso punito.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa ha fatto Ribery: dura squalifica per l’attaccante della Fiorentina

Le immagini mandate in onda a più riprese da diverse emittenti parlano chiaro. L’attaccante della Fiorentina, il giovane più rappresentativo dei viola, con una lunghissima carriera alle spalle, ha compiuto un gesto che sicuramente va biasimato. Nel corso di reiterate proteste, a un certo punto ha spinto il guardalinee Matteo Passeri, assistente dell’arbitro Marco Guida. Va detto che Ribery stamattina stesso ha chiesto scusa.

Ha detto l’ex Bayern Monaco sui social: “Mi dispiace molto per ieri sera, chiedo scusa ai miei compagni, al mister, ai tifosi. Chiedo scusa anche al signor Passeri perché a fine partita ero molto nervoso e dispiaciuto e spero possa comprendere quale era il mio stato d’animo. Io vorrei sempre stare in campo e dare una mano ai miei compagni, perché sono venuto qui a Firenze per questa città e questa società e mi aspetto per la Fiorentina più attenzione, attenzione che viene data agli altri club, per il grande lavoro che stiamo facendo ogni giorno tutti quanti insieme”.

La spinta non è passata inosservata alle immagini televisive, oltre che al guardalinee ovviamente. Franck Ribery ha così subito una squalifica di ben tre giornate, oltre a un’ammenda di 20mila euro. Questo il comunicato del giudice sportivo: “Per avere, al termine della gara, sul terreno di giuoco, avvicinandosi con atteggiamento minaccioso, assunto una condotta gravemente irriguardosa nei confronti di un Assistente che si concretizzava, oltre che in parole irrispettose, in una spinta con un braccio sul petto, spostando il medesimo leggermente, nonché in un ulteriore spinta afferrandolo per un braccio (art. 36 comma 1 lett. b nuovo CGS)”.