Omicidio Sarah Wellgreen: arrestato perchè colpevole l’ex compagno

Inghilterra: è stato arrestato il colpevole dell’omicidio di Sarah Wellgreen. Si tratta dell’ex compagno, Ben Lacomba.

Ben Lacomba (Fonte: screenshot)

Ben Lacomba, 39 anni, è stato arrestato per l’omicidio di Sarah Wellgreen. La donna, scomparsa ad Ottobre dell’anno scorso, era madre di cinque figli e il suo corpo non è mai stato ritrovato. Lacomba avrebbe ucciso la donna all’interno della casa dove la coppia viveva quando stava ancora insieme.

Omicidio di Sarah Wellgreen, arrestato l’ex compagno

Sarah Wellgreen, 46 anni, si era innamorata di un altro uomo e aveva deciso di allontanare l’ex compagno Lacomba dalla loro casa a New Ash Green, nel Kent. L’uomo, che di lavoro faceva il tassista, ha perso il lume della ragione e ha deciso di uccidere la donna. L’omicidio sembra infatti essere stato premeditato ed organizzato nel dettaglio: lo dimostrano anche i tentativi di Lacomba di cancellare ogni sua traccia dalla vicenda, per evadere dalla giustizia. Il killer ha negato di aver ucciso l’ex fidanzata, ma la Corte di Woolwich Crown ha notato troppe incongruenze nella sua versione dei fatti. Neil James, il nuovo fidanzato di Sarah, ha celebrato il verdetto della Corte augurando a Lacomba di “marcire in prigione”.

Potrebbe interessarti anche –> Luca Sacchi, parla la madre del killer: “Meglio in carcere che tra i pusher”

Omicidio di Sarah Wellgreen: cosa è successo

Sarah è stata vista viva per l’ultima volta intorno alle 20:00 del 9 Ottobre 2018, quando è entrata nella sua casa nel Kent dopo aver parcheggiato la macchina lì vicino. Lacomba la stava aspettando all’interno dell’edificio, dove aveva già spento tutte le telecamere di sicurezza che coprivano l’intera proprietà. Il tassista aveva lasciato la sua automobile in un parcheggio lontano dal luogo del delitto, sperando di non essere stato notato dai vicini in prossimità del luogo del delitto. Nelle ore in seguito all’omicidio la vettura di Lacomba, un Vauxhall Zafira rosso, è stato individuato in otto diverse località, tra le 2:13 e le 4:27 del mattino. La polizia crede che sia stato in quel periodo di tempo che Lacomba si è liberato del corpo della donna, i cui resti non sono mai stati ritrovati nonostante le profonde ricerche.

CLICCA QUI per leggere tutte le nostre notizie anche tramite il servizio di Google News!