Usa lo smartphone con le luci spente e diventa cieco

Cellulare di notte
Gettyimages

Un uomo che stava giocando con lo Smartphone al buio è divento cieco: gli esperti spiegano il perché e come evitare che accada

Wang, uomo di origini asiatiche, stava giocando al cellulare al buio e improvvisamente ha perso la vista: “Stavo usando solo l’occhio destro per guardare lo schermo del mio telefono e mi sono accorto che alcune parole erano sfuocate”, ha detto riguardo all’incredibile incidente. Una volta visitato, il dottore ha spiegato all’uomo che la temporanea cecità era effettivamente dovuta all’”uso eccessivo di apparecchi elettronici“ che aveva portato a un “sensibile affaticamento della vista”.
Colpa dei cosiddetto colpo d’occhio.
Ma che cos’è e come evitare di cadere vittima di questa patologia?

Leggi anche —> La luce blu degli smartphone può portare alla perdita della vista: “Peggio del cancro”

Colpo d’occhio: che cosa è e come evitarlo

Il medico dell’uomo vittima del suo smartphone, Lei Tao, ha riferito il racconto del suo paziente: “Wang afferma che aveva l’abitudine di giocare al telefono dopo essere andato a letto. La perdita temporanea della vista indotta dallo schermo, riferiscono gli esperti, è una crescente epidemia tra gli utenti di smartphone.”
Secondo la sua personale esperienza, il dottore ha riferito che ogni mese sono circa 20 le persone che lo interrogano per lo stesso motivo infatti: “Il tasso di cecità permante per questo incidente è molto elevato”, ha raccontato il dott. Lei Tao. Nello specifico al signor Wang è stata diagnosticata un’occlusione dell’arteria retinica centrale, ossia una condizione causata dal blocco delle arterie che trasportano ossigeno alla retina.
Questa condizione è appunto nota col nome di colpo d’occhio.
Trascurare i sintomi può provocare cecità. Occorre quindi trattare il coagulo oculare il prima possibile per evitare una perdita della vista permanente.
Di opinione differente il dott. Gareth Lema, chirurgo retinico presso la New York Eye and Ear Infirmary del Monte Sinai, che si è pronunciato sul caso sottolineando come l’occlusione dell’arteria retinica si verifichi solo nell’1% della popolazione. Gli individui più colpiti sono gli anziani che soffrono di “placca carotidea o malattia della valvola cardiaca”. Secondo il medico la “cecità transitoria dello smartphone” di Wang è stata solo una perdita temporanea della vista in un occhio dovuta a una concatenazione di cause.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

Marta