Home News Paolo Pirino: chi è il giovane arrestato per l’omicidio di Luca Sacchi

Paolo Pirino: chi è il giovane arrestato per l’omicidio di Luca Sacchi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:42
CONDIVIDI

Paolo Pirino, chi è il giovane arrestato insieme a Valerio Del Grosso per l’omicidio di Luca Sacchi: tatuaggi e armi sul suo profilo.

(Facebook)

Sono Valerio Del Grosso e Paolo Pirino i due giovani fermati per il delitto di Luca Sacchi, avvenuto giovedì sera a Roma. Il primo è considerato l’autore materiale dell’omicidio, mentre il secondo ha provato a discolparsi, sostenendo di essere andato sul posto solo allo scopo di rapinare Anastasia, la fidanzata del ragazzo assassinato. I due, secondo gli inquirenti, avrebbero commesso l’omicidio, stando a quanto si apprende, per una rapina ma legata in realtà all’acquisto di droga. I familiari del giovane ucciso e la sua fidanzata negano questa circostanza.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Paolo Pirino, coinvolto nell’omicidio di Luca Sacchi

I killer sono stati rintracciati entrambi a San Basilio: Paolo Pirino dei due ha precedenti per droga, mentre l’altro è incensurato. Proprio quest’ultimo è il ragazzo che avrebbe aperto il fuoco. Sul profilo di Pirino, eloquente l’immagine di copertina con due uomini armati nell’atto di sparare. “Paoletto”, una pistola e una foglia di marijuana tatuate sul petto, sul suo profilo Facebook mostra in generale un’aria da duro.

Citazioni da Scarface e da Gomorra, un richiamo continuo al mondo della criminalità, quando però ieri mattina i carabinieri lo hanno trovato, nascosto quasi come un topo in gabbia, non sembrava così disinvolto. Era in un hotel-residence di Tor Cervara, dove aveva trovato rifugio dopo quanto accaduto. Atteggiamento per nulla spavaldo, tutt’altro che quello che appare su Facebook con frasi come “Scelgo sempre quello che mi piace e non quello che mi conviene” o appunto la citazione da Scarface: “Sia nel bene che nel male io la mia vita me la godo finchè posso. Degli altri? Non me frega un cazzo, nessuno mi ha regalato niente”.