Milano, studentessa minacciata e stuprata: “Stavo rientrando al campus”

La studentessa, 18 anni e di origine indiana, ha raccontato di essere stata stuprata venerdì da uno sconosciuto che l’ha minacciata con un coltello. 

Minacciata da uno sconosciuto con un coltello e, con l’arma puntata contro, stuprata mentre tornava al suo alloggio universitario. E’ quanto accaduto nella notte tra venerdì e sabato a una studentessa 18enne di origine indiana, secondo quanto riferito da lei stessa alle forze dell’ordine. La ragazza vive stabilmente a Manchester e si trova in Italia per motivi di studio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il racconto della studentessa vittima della violenza

La violenza ai danni della giovane studentessa sarebbe avvenuta a Rozzano (Milano): la giovane, come detto, stava rientrando al campus universitario dove alloggia quando è stata aggredita. E’ stata lei stessa, nelle prime ore di stamani, a presentarsi in ospedale, dove è stata sottoposta a tutti gli accertamenti del caso. Proprio lì ha raccontato di un uomo che l’avrebbe minacciata e costretta a seguirlo in una strada appartata per poi violentarla.

Subito dopo aver ascoltato il drammatico racconto della studentessa i medici hanno allertato i Carabinieri, che hanno quindi dato il via alle indagini per verificare la ricostruzione della 18enne e identificare il presunto aggressore. I medici della clinica Humanitas, intanto, hanno riscontrato elementi compatibili con l’abuso sessuale denunciato dalla ragazza.

EDS