Fabio Quagliarella, arrestato l’ex poliziotto che lo perseguitava

Fabio Quagliarella
(Getty Images)

Fabio Quagliarella, arrestato l’ex poliziotto che lo perseguitava da anni con ricatti e accuse di ogni tipo. 

Fabio Quagliarella qualche tempo fa aveva raccontato con le lacrime l’incubo vissuto quando era a Napoli. Un incubo che non gli aveva permesso di esprimersi al meglio proprio nella sua città e nella squadra del suo cuore. Un rimpianto che gli rimarrà per tutta la vita e la cui unica colpa è ascrivibile a R. P., ex poliziotto di 54 anni (già sospeso dal servizio). L’uomo non aveva preso di mira solo il calciatore attualmente in forze alla Sampdoria, ma anche altri personaggi noti di Napoli. Si fingeva loro amico, conquistava la loro fiducia totale (anche in virtù del suo essere appartenente alle forze dell’ordine) e poi si fingeva altre persone e iniziava coi ricatti, con lettere minatorie in cui lanciava accuse anonime di pedofilia e collusione con la criminalità organizzata.

L’ex poliziotto è accusato di atti persecutori, calunnia e sostituzione di persona. Tra le sue vittime anche Guido Lembo, gestore di un noto locale di Capri. L’uomo è stato arrestato dalla polizia di Castellammare di Stabia, assieme ai carabinieri di Santa Maria Capua Vetere. I reati a lui contestati sono avvenuti  tra il 2006 ed il 2010. Ora dovrà scontare  la pena di 4 anni e 6 mesi.