Atp Vienna 2019, Berrettini-Thiem: orario e dove vederla in diretta

Oggi, sabato 26 ottobre, Matteo Berrettini sfiderà l’austriaco Dominic Thiem per le semifinali del torneo ATP di Vienna: ecco l’orario e dove seguirlo in diretta

Matteo Berrettini
Getty Images

Continua l’avventura di Matteo Berrettini verso le ATP Finals 2019 con il tennista romano impegnato nelle semifinali dell’ATP di Vienna dopo aver vinto alla grande il quarto di finale con Andrey Rublev. Fare risultato significa anche e soprattutto guadagnare punti importanti in ottica qualificazione Finals dopo aver già sconfitto Kyle Edmund e Grigor Dimitrov. L’avversario è molto ostico ed è in grande forma, nonché numero uno del seeding di questo torneo e numero 5 al mondo. La sfida si giocherà oggi sabato 26 ottobre, a partire dalle 14 con la gara che sarà trasmessa in diretta televisiva da Sky Sport Arena ed in streaming su SkyGo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Atp Vienna 2019, Berrettini-Rublev: il sogno del tennista italiano

A fine match contro Dimitrov lo stesso Berrettini aveva commentato inizialmente la sfida: “E’ stata molto tirata, poteva andare da una parte o dall’altra. Sono molto contento della mia performance, sia tecnica che mentale. Mi aveva battuto a Montecarlo, stavolta ho vinto io. Vuol dire che il mio livello sta crescendo”. Poi ha aggiunto il suo sogno: “Londra? Ci penso ma non è una cosa che mi distrae da quello che sto facendo, io continuo a lavorare. Sarebbe un sogno però la mia carriera durerà tanti altri anni spero, quindi non si riduce tutto a questo obiettivo. La caviglia ora sta bene”.

Ore 14.00 – Matteo Berrettini-Dominic Thiem

diretta televisiva: Sky Sport Arena

diretta streaming: SkyGo

Matteo Berrettini, gli esordi e le prime tappe della sua carriera

E’ nato a Roma nel 1996 e a soli 23 anni Matteo Berrettini si è già affermato nel panorama sportivo come giovane promessa del tennis. La sua carriera ha avvio nel 2014, quando disputa il primo Future Italy F27 e subito dopo il torneo Challenger ma è l’anno successivo che nel torneo Future Turkey F11, vince il suo primo incontro nel circuito professionistico. Sempre nel 2015 conquista il primo trofeo Future in doppio, in coppia con Filippo Bardi nel torneo Turkey F12 di Antalya e nel torneo di Roma il primo incontro di singolare a livello Challenger. A Santa Margherita di Pula al torneo Future Italy F30, nell’ottobre dello stesso anno, vince il primo titolo ITF in singolare battendo in finale Andrea Basso, vincendo anche il titolo di doppio in coppia con Andrea Pellegrino. Dopo una battuta di arresto nel 2016 a causa di un infortunio, nel 2017 vince il suo secondo titolo Future, al torneo Switzerland F1 di Oberentfelden e fa il suo esordio nel circuito ATP agli Internazionali D’Italia.