Renato Zero: “I talent show uccidono la gavetta”

Renato Zero
Renato Zero FOTO viagginews

Torna Renato Zero, da inizio ottobre con un nuovo lavoro discografico. E lui si esprime sui talent show, in maniera molto critica.

Si torna a parlare di Renato Zero. Complice l’uscita del suo ultimo disco ‘Zero in folle’, avvenuta lo scorso 4 ottobre, il cantautore romano ha dato modo ai suoi tantissimi ammiratori di essere entusiasti. Questa nuova opera ci mostra un Fiacchini decisamente diverso dal solito. Lo abbiamo sempre visto nelle vesti di istrionico provocatore, capace di esprimere tanta ironia ed anche sentimenti profondi. Stavolta però c’è un Renato Zero inedito. In una intervista concessa al magazine ‘Tv Sorrisi e Canzoni’ poi il 69enne artista esprime tutta la propria avversione per i talent show. Che di ‘talent’ finiscono spesso con l’esprimere ben poco, a suo dire.

LEGGI ANCHE –> Boris, Roberta Fiorentini morta: addio all’attrice di tv, cinema e teatro

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Renato Zero, talent show decisamente bocciati

“È tutto molto caotico, alla fine si assiste solamente ad una congerie e ad un sovraffollamento che spesso offuscano la capacità dei partecipanti. Risulta più difficile capire le loro caratteristiche e la loro effettiva bravura”. Il cantante e cantautore poi sottolinea anche un altro aspetto davvero significativo. “Con i talent show non esiste più la gavetta. Ai miei tempi sia io che molti altri miei colleghi ci siamo fatti le ossa con il duro lavoro. Da nessuno siamo diventati qualcuno grazie alle nostre forze. Abbiamo preso consapevolezza di come bisognava comportarsi e di come migliorare. Oggi non è più così. Ma non è solo questo: se fallisci al primo colpo sei finito. Ma in passato ho visto tanti ultimi diventare primi, Vasco Rossi e Lucio Battisti ce lo insegnano”. Intanto questa sera proprio Renato Zero sarà ospite di ‘A Raccontare Comincia Tu’ su Rai 3 con Raffaella Carrà.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

“…nessuno crede se non vede. Se non toccherà con mano. Se non muore piano piano, che sa…” #ZeroilFolle

Un post condiviso da Renato Zero (@renatozer0) in data: