Malika Ayane, la storia con Cesare Cremonini: ecco perché è finita male

Forse non tutti sanno che Malika Ayane, ora giudice e tutor a X-Factor Italia, è stata fidanzata con Cesare Cremonini. Ecco perché finì la storia d’amore tra i due.

Malika Ayane (Fonte: Instagram)

Malika Ayane tornerà in televisione questa sera come giudice di X-Factor Italia, in onda su Sky. Nel 2013, anno in cui partecipò a Sanremo con la canzone “E se poi”, la Ayane fece molto parlare di sé a causa di alcune dichiarazioni fatte sulla fine della sua storia d’amore con Cesare Cremonini. “Un giorno ci siamo guardati e ci siamo chiesti dove saremmo andati a finire. Poi è finito tutto, meno la stima e l’amicizia”, aveva raccontato la cantante al settimanale Oggi. Malika e Cesare sarebbero rimasti in buoni rapporti, ancora adesso, ma vediamo perché anni fa la coppia ha deciso di non continuare la relazione.

Potrebbe interessarti anche –> Maryam Rouass, chi è la cantante di X-Factor: età, vita privata, video, foto

Malika Ayane e la rottura con Cesare Cremonini: “Era un fidanzato bambino”

La storia d’amore tra Malika Ayane e Cesare Cremonini finì nel 2010, ma solo nel 2013 la cantante decise di parlarne per la prima volta con il settimanale Oggi. Nello stesso anno Malika gareggiava a Sanremo con la canzone “E se poi”. Malika superò in fretta la rottura da Cesare, e nel 2011 si sposò con il regista Federico Brogia. Poco più di due anni dopo il matrimonio, la ragazza raccontò i motivi che portarono lei e Cremonini a decidere di lasciarsi: “Ho già una figlia di sette anni, non potevo permettermi un fidanzato bambino… E quando è uscita la notizia del mio matrimonio, Cesare ha reagito appunto come un bambino. Però siamo rimasti uniti. Non molto tempo fa abbiamo cenato insieme ed è stato piacevole”. In seguito a queste sue dichiarazioni sui social si scatenarono le furie dei fan del cantante, che la accusarono di “aver sputato nel piatto dove aveva mangiato”. Malika tentò di riparare il danno scrivendo un post ironico su Twitter: “Se ci siamo lasciati è perché lui era per Lennon e io per McCartney, perché diceva che quando guido non ho il senso della destra, perché una volta ha abbinato le righe bianche e blu ai bermuda finestrati e perché un’altra volta ho chiamato ‘gnocco fritto’ la crescentina”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!