Luca Sacchi, ucciso a Roma: il racconto drammatico della fidanzata

Il personal trainer Luca Sacchi è morto a 25 anni, ucciso da un colpo di pistola sparato da un uomo che aveva tentato di rapinare la fidanzata. Oggi il racconto di lei.

Morte Luca Scacchi (Fonte: viagginews.com)

Non ce l’ha fatta Luca Sacchi, il ragazzo 25enne ferito alla testa da un colpo di pistola fuori da una discoteca a Roma. Luca ha provato a difendere la fidanzata Anastasia da una rapina, e gli aggressori gli hanno sparato in testa. Il giovane lavorava nella Capitale come personal trainer, mentre la fidanzata Anastasia è una baby-sitter.

Potrebbe interessarti anche –> E’ morto Luca Sacchi, aveva difeso la fidanzata da una rapina: gli hanno sparato

Morte di Luca Sacchi: il racconto della fidanzata Anastasia

Si trova attualmente ricoverata all’ospedale San Giovanni Anastasia, la fidanzata di Luca Sacchi. La ragazza ha raccontato cos’è successo fuori da quel locale: “Eravamo appena usciti dal pub. Mi sono sentita strattonare da dietro, mi hanno detto “Dacci la borsa!”, e io gliela stavo consegnando quando mi hanno colpito con una mazza. A questo punto è intervenuto Luca, che ha reagito bloccando il ragazzo che mi aveva aggredito. Quindi è intervenuto l’altro aggressore, che gli ha sparato in testa”. Il quartiere dove è avvenuta la tragedia, la Caffarella, è normalmente una zona molto tranquilla e si stenta a credere che proprio lì sia successo tutto.

Potrebbe interessarti anche –> Chi era Luca Sacchi, il personal trainer ucciso oggi a Roma

Cordoglio, rabbia e commozione per la morte

Luca Sacchi è morto a poche centinaia di metri da casa e tante sono le testimonianze sconvolte per l’accaduto.  Il giovane, appassionato di palestra, aveva una particolare predisposizione per gli esercizi agli anelli. Ma amava anche moto e motocross. Tanti sono i messaggi di cordoglio sui social, unanime la condanna politica, da Italia Viva al Movimento 5 Stelle, molti esponenti hanno manifestato la propria vicinanza alla famiglia del ragazzo. Durissimo Matteo Salvini: “Carcere a vita per questi maledetti assassini, altro che ‘permesso premio’. Una preghiera per il povero Luca.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale attraverso il servizio di Google News CLICCA QUI!