Home News Manifestazione Piazza San Giovanni, Salvini: “Siamo 200mila” – VIDEO

Manifestazione Piazza San Giovanni, Salvini: “Siamo 200mila” – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:36
CONDIVIDI

Manifestazione Piazza San Giovanni, Matteo Salvini annuncia: “Siamo 200mila”, nel suo intervento sotto attacco Renzi, la Raggi e il governo.

(screenshot video)

Una folla che da tempo non si vedeva in Piazza San Giovanni per la manifestazione convocata dalla Lega, a cui hanno aderito Fratelli d’Italia, Forza Italia e CasaPound Italia. Dopo l’intervento di Giorgia Meloni, sul palco è arrivato quello più atteso, ovvero quello del leader della Lega, Matteo Salvini, che ha suonato la carica per l’opposizione: “Donne e uomini dal volto pulito, popolo contro élite. 200mila volte grazie”, il suo tweet.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’intervento in piazza di Matteo Salvini

La sicurezza al centro del discorso di Matteo Salvini: “Voltaire scriveva che il grado di civiltà di un Paese lo si giudica dalla condizione delle carceri. Io sogno un Paese dove pedofili e stupratori per tutta la vita non possono più mettere le mani addosso a una donna o un bambino”. Poi ancora: “Sono stati arrestati in sei a Torino pochi giorni fa perché avrebbero “Maltrattato alcuni pedofili e stupratori”. Ho piena fiducia nella libera e indipendente magistratura italiana, che avrà degli elementi sicuramente”, ha detto con ironia. Infine: “Sono stufo che valga di più la parola di uno stupratore che la parola di un Poliziotto!”.

Matteo Salvini è passato dall’attacco a Virginia Raggi, sindaco di Roma, a quello a Matteo Renzi: “Ho avuto un confronto televisivo con Renzi, lui ha insultato per un’ora… Il genio incompreso, quello che ha salvato il mondo ed è al 3%. Non mi sono abbassato al suo livello anche perché sennò avrei dovuto iniziare salutando i miei genitori che erano a casa a guardarmi, incensurati”. Il leader della Lega insiste: “Se adesso tutti si accorgono che l’Europa va cambiata è merito vostro. Questa non è una piazza di estremisti, è una piazza di Italiani orgogliosi di essere Italiani”. Spazio anche a quello che avviene in Medio Oriente: “Questa è una piazza che, se fossimo al governo, non permetterebbe lo sterminio del popolo curdo. I turchi non hanno perso il vizio di sterminare le minoranze che vivono sulla propria terra. Prima i cristiani, poi gli armeni ed ora i curdi”.