Dipendente Amazon muore d’infarto: “Lasciato 20 minuti sul pavimento”

Dipendente Amazon muore d’infarto, una settimana prima aveva fatto dei controlli, il fratello denuncia: “Abbandonato 20 minuti sul pavimento”.

(JOHANNES EISELE/AFP/Getty Images)

Un lavoratore di Amazon in apparente arresto cardiaco è rimasto sdraiato sul pavimento di un magazzino per 20 minuti prima che qualcuno se ne accorgesse. Billy Foister, 48 anni, che ha scannerizzato e rifornito gli scaffali per il gigante di Internet, è collassato in una struttura dell’Etna, Ohio, solo una settimana dopo aver visitato una clinica medica lamentando dolori al petto e mal di testa. Gli furono date due bevande per combattere la disidratazione e rimandato al lavoro. Lo scrive The Guardian.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La denuncia del fratello del dipendente Amazon morto d’infarto

Il fratello di Foister, Edward, ha detto al giornale che era scioccato che suo fratello fosse rimasto sul pavimento morendo per così tanto tempo prima che un monitor di Amazon lo individuasse. Attacca l’uomo: “Come puoi non vedere un uomo che giace a terra e non aiutarlo entro 20 minuti? Un paio di giorni prima, ha messo il prodotto sbagliato nel cestino sbagliato e in due minuti i dirigenti lo hanno visto sulla telecamera e sono disceso per parlargliene”.

Secondo il Consiglio nazionale per la sicurezza e la salute sul lavoro, che includeva Amazon nella sua lista “Dirty Dozen” 2019 dei datori di lavoro più pericolosi negli Stati Uniti, sei lavoratori di Amazon sono morti sul lavoro tra novembre 2018 e aprile 2019. Nello stabilimento dove lavorava Foister, tra gennaio e marzo 2019 sono state effettuate 28 chiamate al 911. Un dipendente che ha lavorato nello stesso turno di Foister ha detto al Guardian che dopo la sua morte, sono stati immediatamente “costretti a tornare al lavoro”.

Leggi anche –> Amazon: Jeff Bezos perde 19,2 miliardi di dollari in due giorni