Home News Tifoso morto in scontri ultrà, arrestato l’investitore per omicidio volontario

Tifoso morto in scontri ultrà, arrestato l’investitore per omicidio volontario

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:11
CONDIVIDI

Tifoso mortoDopo mesi di indagini gli investigatori hanno arrestato l’uomo che ha investito il tifoso morto durante gli scontri ultrà a Milano.

Le indagini sugli scontri avvenuti a margine della partita tra Inter e Napoli lo scorso anno, hanno portato ad individuare il responsabile della morte di Daniele Belardinelli. Il tifoso del Varese, tifoseria gemellata con quella dell Inter, era morto dopo essere stato investito da un auto occupata da tifosi del Napoli. Per mesi gli investigatori hanno esaminato le registrazioni della zona, esaminando l’accaduto fotogramma per fotogramma.

Le prove video, incrociate con le testimonianze rilasciate dagli indagati e le intercettazioni telefoniche hanno portato la Polizia a concludere che il colpevole potesse essere Fabio Manduca. A confermare i sospetti delle forze dell’ordine ci sono state poi le tracce ematiche trovate sull’auto dell’uomo. Il 36enne napoletano, gestore di un’agenzia di pompe funebri, è stato dunque accusato di omicidio volontario. Sulla sua fedina penale gravano precedenti per ricettazione, furto, truffa e commercio di prodotti falsi. Pare inoltre che Manduca abbia dei legami con alcuni clan camorristi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Arrestato l’uomo che ha investito il tifoso morto, cosa accadde quella sera

Secondo la ricostruzione effettuata dagli investigatori, la notte in cui Belardinelli è stato investito tutto è cominciato da un imboscata. Gli ultrà interisti stavano attendendo la carovana di tifosi del Napoli giunta a Milano per seguire il match. Quando i partenopei sono giunti nel punto designato per l’attacco, gli ultrà nerazzurri sono usciti allo scoperto ed hanno ingaggiato una lotta con spranghe e bastoni. La scena è stata vista da Manduca, il quale ha deciso di superare la macchina che lo precedeva e dirigersi verso gli scontri. Con disinteresse per le conseguenze, l’uomo è passato in mezzo agli ultrà dell’Inter ed ha investito Belardinelli, quindi si è dato alla fuga.