16enne si impicca in casa: “Il ‘telefono azzurro’ mi ha tradita”

Jesse Walker, 16 anni, è stata trovata impiccata in casa sua poche ore dopo aver detto alla mamma che era stata “tradita” da Childline, il “telefono azzurro” inglese. 

Si è tolta la vita a soli 16 anni Jesse Walker, una studentessa di Scarborough, nella contea inglese del North Yorkshire. L’hanno trovata impiccata in casa sua poche ore dopo aver detto alla mamma che era stata “tradita” da Childline, il “telefono azzurro” inglese. La giovane aveva contattato il servizio di assistenza per minori attraverso una chat e aveva detto a un operatore che aveva avuto pensieri suicidi. Ma la sua “confidenza” è stata poi stata rivelata alla Polizia locale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’accusa della 16enne a Childline, il “telefono azzurro” inglese

L’operatore di Childline in questione sapeva solo che l’adolescente si chiamava Jesse e che viveva con la sua famiglia a Scarborough, ridente cittadina affacciata sul mare. Ma dopo che Jesse ha interrotto bruscamente la conversazione Childline si è ritenuta necessaria, nel suo interesse e per il suo bene, una segnalazione alla National Crime Agency, cui è stato chiesto di rintracciare l’indirizzo IP del computer della ragazza. Quando l’agente James Dunn, della Polizia del North Yorkshire, si è presentato a casa sua alle 1.30 del mattino, la mamma di Jesse – sbalordita – gli ha detto che stava dormendo nel suo letto. Avendo verificato che la giovane non era in pericolo immediato, il poliziotto se ne è andato.

“La signora Walker sapeva che Jesse era stata su Internet la sera prima – ha raccontato lo stesso agente agli inquirenti -. Ma dopo sembrava stare bene. Le mie preoccupazioni per la sua sicurezza erano venute meno”. Ma la ragazza non è riuscita a reggere tanta pressione. Sua madre Heather ha dichiarato che “Jesse era così arrabbiata che la sua fiducia era stata violata e che era intervenuta la Polizia. Ha detto di essersi sentita tradita da Childline. Ha detto che era stanca ed è tornata a dormire. Quella mattina non è andata a scuola”. La 16enne è rimasta a casa a guardare la tv, ma tutto sembrava a posto. Tanto che la sera stessa la madre è uscita con un amico, pensando che non ci fosse nulla di cui preoccuparsi. Ma al suo ritorno, quando è salita in camera sua per portarle dei cioccolatini e tirarla così un po’ su di morale, l’ha trovata impiccata. E ogni tentativo di rianimarla è stato inutile. Jesse non ha ripreso mai più conoscenza e qualche ora dopo è morta.

EDS