La piccola Tafida è arrivata al Gaslini di Genova, il supporto vitale continuerà

Tafida arriva in ItaliaI genitori della piccola Tafida hanno vinto la battaglia con il Royal Hospital di Londra, la piccola Tafida continuerà ad avere il supporto vitale a Genova.

La storia della piccola Tafida, bambina di 5 anni con un danno cerebrale apparentemente incurabile, ricorda quella di Alfie e Charlie Guard. Il personale del Royal Hospital di Londra ha infatti comunicato ai genitori che la condizione clinica della figlia era irreversibile, quindi ha stabilito che qualsiasi altra cura sarebbe stata inutile. I familiari della bambina, però, non si sono arresi al parere medico ed hanno cercato altre strutture mediche che fossero disposte a continuare a tenerla in vita tramite supporto vitale.

Come nei casi precedenti ne è nata una controversia legale, ma in questa occasione il giudice ha consentito ai familiari di portare la figlia fuori dalla Gran Bretagna per proseguire le cure. Già da tempo l’ospedale Gaslini di Genova aveva offerto alla famiglia Raqueeb la disponibilità a prendersi in carico le cure della piccola Tafida. Serviva dunque solamente il consenso da parte della magistratura per autorizzare il trasferimento da Londra alla città ligure.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Tafida è giunta in Italia nella notte

In seguito alla sentenza della Corte di Londra, la famiglia di Tafida ha organizzato un viaggio in aereo per consentire alla figlia di continuare a vivere. Il volo è partito ieri sera da Londra ed è atterrato a Genova in tarda notte. Ovviamente per il trasferimento è stato necessario che sul volo ci fosse del personale medico specializzato. Questo si è assicurato che le condizioni vitali della bambina rimanessero stabili e si è occupato di trasportarla, tramite un’apposita barella dall’aereo sino all’ambulanza che l’ha portata, insieme ad una scorta formata da due auto della polizia, al Gaslini.