Legge di Bilancio 2020 approvata: cosa contiene e cosa cambia

Legge di Bilancio 2020Dopo una lunga notte di trattative e discussioni, il Consiglio dei Ministri ha approvato la Legge di Bilancio 2020, ecco cosa contiene e cosa cambia.

L’inizio settimana del governo è stato contrassegnato da un intenso lavoro di pianificazione e contrattazione tre le varie anime dell’esecutivo per approvare la nuova Legge di Bilancio. Già lunedì il premier Conte aveva assicurato che i lavori erano a buon punto e che bisognava solamente limare i dettagli. Lo stesso presidente del Consiglio aveva preannunciato che tra lunedì e martedì notte si sarebbe tenuto il Consiglio dei Ministri decisivo per approvare la Manovra.

Il consiglio si è tenuto ieri notte e dopo ore di estenuanti trattative, alle 5:00 è giunta la notizia che, salvo intese, la Legge di Bilancio 2020 è stata approvata. La Manovra da 31 miliardi è stata dunque inviata a Bruxelles, dove verrà esaminata al fine di ottenere l’approvazione dell’Unione Europea. Vediamo di seguito cosa contiene e cosa cambia rispetto allo scorso anno.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Legge di Bilancio 2020: ecco tutte le riforme principali

L’obbiettivo principale era scongiurare l’aumento dell’Iva, PD e M5S hanno trovato un accordo in agosto proprio finalizzato ad evitare tale eventualità. La promessa è stata mantenuta con l’approvazione di uno stanziamento di 23,1 miliardi. L’altro punto delicato riguardava il cuneo fiscale, a tal proposito sono stati stanziati 3 miliardi per alleggerire la pressione sui lavoratori. Non ne beneficeranno le aziende, la proposta di Di Maio tesa a garantire l’aumento del salario minimo per i dipendenti è stata infatti bocciata.

Un altro cavallo di battaglia del governo è la lotta all’evasione fiscale. Con la riforma si introducono pene maggiori per gli evasori. Vengono aggiunte anche misure di contrasto contro le frodi dei carburanti e quelle nel settore dei giochi. Come anticipato da Conte, inoltre, sono stati aggiunti dei buoni per chi effettua spese con sistemi di pagamento tracciabili. Verranno istituiti inoltre lotterie e premi per chi si avvale di sistemi di pagamento tracciabili e pene per chi rifiuta pagamenti con carta.

Famiglia, sanità e ambiente

Per quanto riguarda la famiglia il governo ha detto sì ai bonus per i figli e a nuovi interventi per incentivare la natalità. Cambiamenti importanti anche nel settore della sanità dove viene tolto il super ticket e partiranno nuovi investimenti statali. Per quanto riguarda la previdenza sociale, altro tasto dolente, il governo conferma l’ape social e l’opzione donna, mentre non viene tolta Quota 100. Stanziati fondi per le politiche di sostegno alle persone diversamente abili. A tal fine sono previsti tre nuovi fondi utili alla tutela del diritto del lavoro, all’assistenza e per la mobilità.

Per quanto riguarda gli investimenti pubblici e privati, il governo ha previsto contributi e incentivi per agevolare le aziende. Alcune di queste risorse sono indirizzate ad incentivare le aziende e gli investimenti nel Mezzogiorno. Sono stati previsti inoltre nuovi fondi d’investimento tesi ad agevolare progetti privati sostenibili nell’ambito del Green New Deal.