Alessandra Mussolini: messa per nonno Benito, l’Anpi prende posizione

MussoliniAlessandra Mussolini ha annunciato il giorno della Messa in suffragio universale in favore di nonno Benito. L’Anpi promette rispetto ma condanna l’apologia al fascismo.

Tramite il proprio profilo Twitter Alessandra Mussolini ha annunciato che a fine mese ci sarà una messa in suffragio universale per Benito Mussolini. Quel giorno, il 27 ottobre, il mausoleo di famiglia rimarrà aperto per chiunque voglia porgere omaggio al Duce. Visti i precedenti, la nipote di Mussolini chiede anticipatamente che questo momento di ricongiungimento familiare nella fede venga rispettato.

Ecco cosa si legge sul tweet della politica: “La famiglia comunica che la Cripta sarà aperta domenica 27 ottobre; orario 8.30 – 18.00. La S. Messa in suffragio sarà celebrata alle 11.30 nella Chiesa di San Cassiano adiacente al cimitero di Predappio. Il cimitero e la Chiesa sono luoghi sacri che richiedono rispetto”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Messa per Benito Mussolini, la risposta dell’Anpi

Il messaggio è stato immediatamente oggetto di attenzione dell’Anpi. L’associazione nazionale dei partigiani italiani, ha infatti voluto ricordare che la richiesta di rispetto per la memoria del defunto non può essere tramutata in una scusa per fare apologia del fascismo. Il vicepresidente dell’Anpi, Emilio Ricci, ha infatti risposto all’annuncio della nipote del duce in questo modo: “Il rispetto per i morti c’è. Il problema è che questa commemorazione non si trasformi in un’apologia del fascismo e della celebrazione di Mussolini che è stato una disgrazia per l’Italia. Ha trascinato l’Italia in un dramma che non è stato solo quello della guerra ma della soppressione delle libertà democratiche”.