Farmaci ritirati perché pericolosi: tocca all’Omeprazolo

Nuovi lotti di farmaci ritirati dal mercato perché pericolosi: dopo i rischi Zantac e Buscopan, per motivi diversi tocca all’Omeprazolo.

(Pixabay)

Dopo il caso di alcuni farmaci ritirati perché sospetti cancerogeni non riguarda solo l’Italia, arriva adesso un’altra decisione che interessa diverse migliaia di consumatori in tutta Italia. Mentre si invita a non lasciarsi andare ad allarmismi forse eccessivi, infatti, arriva il ritiro di alcuni lotti di un altro farmaco popolare, sebbene per ragioni diverse.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Omeprazolo: quali sono i rischi

Dopo il ritiro di Zantac e Buscopan, sospetti cancerogeni, arriva la decisione di ritirare alcuni lotti dell’Omeprazolo. Si tratta di un comune farmaco anti-ulcera. Anche in questo caso, la diffusione è molto comune. Nello specifico il farmaco è OMEPRAZOLO SANDOZ BV*INF 5FL – AIC 038187023 della ditta Sandoz Spa. I lotti sono i seguenti HX7523 con scadenza 10-2019, JC5162 con scadenza 10-2019, JC5166 con scadenza 11-2019, JU1484 con scadenza 1-2021 e in ultimo JU1485 con scadenza 1-2021.

La Sandoz ha accertato la presenza di precipitato in alcuni lotti della suddetta specialità medicinale. Si tratta di un soluto che si trova in una soluzione in concentrazione maggiore del suo limite di solubilità. Questo significa che per il processo di precipitazione, la soluzione sarebbe sovrasaturata rispetto a tale soluto. L’invito è a verificare il lotto di farmaco ed eventuale non consumarlo.