Home News Claudio Ranieri, chi è: età, carriera, vita privata dell’allenatore romano

Claudio Ranieri, chi è: età, carriera, vita privata dell’allenatore romano

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:55
CONDIVIDI

Conosciamo meglio il neo-allenatore della Sampdoria Claudio Ranieri: ecco tutte le curiosità sulla sua carriera e sulla vita privata

Claudio Ranieri
Getty Images

Claudio Ranieri nasce il 20 ottobre del 1951 a Roma. Si appassiona fin da subito al gioco del calcio all’oratorio di Piazza San Saba e all’età di 16 anni entra a far parte del Dodicesimo Giallorosso. Helenio Herrera lo nota e lo porta alla Roma: da attaccante diventa terzino su indicazione di Antonio Trebiciani. Fa il suo esordio in Serie A il 4 novembre del 1973 sotto la gestione di Manlio Scopigno. Dopo sei partite in maglia giallorossa, passa al Catanzaro diventando un punto di riferimento della formazione calabrese, con la quale colleziona 128 partite in Serie A. Nel 1982 Claudio Ranieri passa in Serie B, passando al Catania diventando un giocatore fondamentale della squadra allenata da Gianni Di Marzio. Conclude la sua carriera con la maglia del Palermo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Claudio Ranieri, chi è: carriera da allenatore

Nel 1986 inizia ad allenare in Serie D alla guida della Vigor Lamezia passando in Serie C alla Campania Puteolana. Inoltre, è protagonista della doppia promozione alla guida del Cagliari vincendo anche la Coppa Italia di Serie C. Dopo la salvezza in massima serie con i sardi, allena il Napoli nella stagione 1991-1992 arrivando al quarto posto utile a partecipare alle coppe europee. Nel novembre 1992 viene licenziato da Ferlaino dopo una sconfitta contro il Milan. Successivamente passa alla Fiorentina ed è autore di un’altra promozione in Toscana. Nel 1996 guida i vola al quarto posto vincendo inoltre la Coppa Italia in finale contro l’Atalanta. Altro trionfo è quello della Supercoppa italiana contro il Milan.

Vola in Spagna alla guida del Valencia ultimo in classifica arrivando a fine stagione al nono posto, utile alla Coppa Intertoto vinta dagli stessi valenciani. Nella stagione 1998-1999 vince la Coppa del Re contro l’Atletico Madrid. Nell’anno successivo passa ai “colchoneros”, ma dopo otto mesi l’avventura finisce. Nel 2000 diventa l’allenatore del Chelsea dove resta per ben quattro stagioni con con 199 partite ufficiali e 107 vittorie. Poi torna al Valencia prendendo il posto di Rafa Benitez vincendo la Supercoppa Europea.

Nel 2007 viene chiamato sulla panchina del Parma prendendo il posto di Pioli: arriva una salvezza insperata. Poi passa alla Juventus, appena promossa in Serie A, ma arriva l’esonero a due giornate dal termine con la squadra terza in classifica. Successivamente passa alla Roma arrivando al secondo posto in classifica con un recupero incredibile dell’Inter, che poi trionfa in campionato. Poi passa all’Inter, ma le strade si separano dopo pochi mesi. Torna all’estero, questa volta guida il Monaco, riportandolo in massima serie. Nella stagione successiva arriva secondo dietro alla corazzata PSG.

Nel 2014 diventa il CT della Grecia, ma viene esonerato dopo una sconfitta contro le Isole Far Oer. Nella stagione 2015-2016 arriva la grande stagione alla guida del Leicester City, che parte con l’obiettivo di salvarsi, ma alla fine della stagione trionfa in Premier League. Fulham e Roma sono le sue ultime avventure prima della nuova esperienza alla guida della Sampdoria: l’esordio arriverà domenica prossima.