Bambina autistica, festa di compleanno flop: dopo post su Facebook arrivano a frotte

compleanno bambina autistica
Il compleanno di una bambina autistica da triste diventa da sogno FOTO viagginews

Sembrava un giorno pieno di infelicità quello in cui una bambina autistica festeggiava i suoi 5 anni. Una svolta improvvisa l’ha reso invece indimenticabile.

Un evento molto triste stava per accadere ad una bambina autistica. I genitori le avevano organizzato una festa di compleanno per i suoi 5 anni. Purtroppo però sono venuti soltanto due dei suoi amichetti. Il papà in particolare l’ha presa molto male, restando segnato dalla cosa. La vicenda è accaduta ad Albertillery, in Galles. Tra chi aveva assicurato che ci sarebbe stato per poi non presentarsi e chi invece non ha proprio dato risposta, alla fine a cercare di regalare qualche bel momento alla piccola Remi sono stati solo in due, come detto. “Almeno avrebbero potuto prendersi la briga di dire qualcosa”. Alla bambina autistica era stato detto che ci sarebbe stata una bella festa tutta per lei.

LEGGI ANCHE –> Non è la D’Urso, Marina Giulia Cavalli: “Ho parlato con mia figlia morta”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bambina autistica, dal fiasco al mega party grazie a Facebook

Purtroppo però non è stato così, visto che la maggior parte dei suoi amici non si sono presentati. La madre dice al Mirror di avere provato una fitta al cuore quando la piccola le ha chiesto dove fossero tutti i suoi amichetti. Allora il papà ha pensato di pubblicare un annuncio su Facebook per organizzare una festa come si deve, rivolgendo un appello affinché si presentassero quante più persone possibili. “Per favore, se qualcuno ha del tempo libero e ha un figlio dell’età di mia figlia (5 anni), sarebbe gradita la presenza alla festa di compleanno che abbiamo organizzato per lei. Ci dareste davvero un grande aiuto, grazie. Non sono richiesti regali o donazioni, soltanto la vostra presenza. La festa è già stata tutta pagata, non mancheranno cibo e divertimento, se saremo in tanti. Vogliamo solo che tanti bambini aiutino la nostra a festeggiare”.

Grazie a quel post tanti genitori con la stessa problematica si sono conosciuti

Remi ed i suoi genitori si sono trasferiti ad Albertillery nel 2017. Ebbene, in seguito a questo appello si sono presentati 14 bimbi con genitori al seguito. Più un altro considerevole numero di persone a caso che pure avevano visualizzato la richiesta su Facebook. Tutti perfetti sconosciuti che hanno augurato a Remi un felice compleanno. Il messaggio aveva ricevuto più di mille condivisioni. “Remi è rimasta alquanto sbalordita. All’inizio c’erano solo due suoi amichetti. Poi si è vista circondare da tutta questa gente. La risposta è stata davvero travolgente e stiamo ancora ricevendo biglietti di auguri e visite per conoscere Remi”. Molti altri genitori hanno anche raccontato le proprie storie sotto all’annuncio. La famiglia ha ringraziato “tutti  quelli che sono venuti e hanno portato i loro figli”.