Home News Filma la moglie mentre muore, appello dei familiari: “Vogliamo la verità”

Filma la moglie mentre muore, appello dei familiari: “Vogliamo la verità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:20
CONDIVIDI

Filma la moglie mentre muoreMarito filma la moglie mentre muore, i familiari di Sara, la donna morta, lanciano un appello a ‘Chi l’ha visto?’: e se l’avesse avvelenata?

Nell’ultima puntata di ‘Chi l’ha visto?‘ si è parlato della misteriosa morte di Sara, donna di 36 anni deceduta in casa ad inizio estate. Da qualche tempo era cambiata, sveniva continuamente ed aveva continui scontri con il marito. Inoltre la notte in cui è morta, questo ha fatto un filmato in cui si vede la moglie che soffre e perde conoscenza. Si tratta di un filmato di 8 minuti, in cui è chiaro che la donna è in stato di sofferenza, ma il marito non ha fatto nulla per aiutarla in quel lasso di tempo. Solo dopo che è svenuta gli ha misurato la pressione ed ha constatato che era morta.

Il video in questione è emerso solamente settimane dopo la morte di Sara ed ora i familiare della donna sono determinati nel cercare di capire cosa sia successo. Sospettano del marito, definito molto geloso, e si chiedono come mai non abbia chiamato i soccorsi invece di filmare la sofferenza della moglie. La stessa domanda gli è stata posta dagli inquirenti, ma questo si è giustificando dicendo loro che era stato il medico a chiedergli di fare il filmato per poter fare una diagnosi più appropriata.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Filma la moglie mentre muore, l’appello dei familiari a ‘Chi l’ha visto?’

I familiari di Sara non credono alla sua versione dei fatti e hanno condiviso un appello a ‘Chi l’ha visto?’ nella speranza che questo li aiuti a far riesumare il corpo della donna. Secondo una perizia dei medici di parte, effettuata solamente osservando le immagini, la morte di Sara potrebbe essere stata causata da avvelenamento da Cianuro di Potassio. Proprio per confermare o smentire l’agghiacciante ipotesi, i fratelli della donna dicono: “Noi chiediamo alla Procura di riesumare il corpo e di capire cosa è successo. A noi non ci serve un colpevole”.