Playstation 5 Sony, ufficiale l’annuncio: caratteristiche e prezzo probabile

Playstation 5 Sony
Annunciata la Playstation 5 Sony che uscirà in autunno 2020 FOTO letsgodigital

Con una mossa a sorpresa è stato reso noto il periodo di uscita di Playstation 5 Sony. La prossima console sarà un mostro tecnologico.

La Playstation 5 Sony è realtà. La nota compagnia giapponese ha annunciato nella giornata di ieri l’uscita della quinta iterazione della sua famosissima console per videogiochi. L’uscita è fissata tra un anno, per ora con un generico “autunno 2020”. Ma con tutta probabilità sarà sugli scaffali dei negozi a novembre, periodo ritenuto strategicamente fondamentale perché precedente il Natale. Sony ha anche reso noto alcune caratteristiche innovative ed inedite per la sua nuova creatura. Alla conferma della applicazione di hard disk di tipo SSD che azzereranno i tempi di caricamento (addio schermate di attesa, in meno di un secondo dall’avvio del gioco si entrerà subito nel vivo) si aggiungono altre features. Come ad esempio il sistema di vibrazione aptico e l’introduzione dei tasti dorsali reattivi, che si adatteranno a seconda della situazione vissuta in gioco.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Playstation 5 Sony, le nuove caratteristiche annunciate

I grilletti L2 e R2, come confermato a ‘Wired’ dal presidente di Sony Interactive Entertainment, e da Mark Cerny, responsabile capo della progettazione di Playstation 4 e Playstation 5, saranno di tipo adattivo. “Avrete un tipo di feedback diverso nella vibrazione a seconda se vi schiantiate con un’auto contro un muro in un gioco di corsa, o se facciate una scivolata sull’erba in uno da calcio. Ed allo stesso modo L2 e R2 avranno una intensità diversa a seconda della pressione esercitata e dell’azione compiuta”. Altra grande novità di Ps5 sarà il supporto al ray tracing, togliendo quindi questa tecnologica esclusiva ai pc di fascia alta. Questo lascia immaginare una GPU molto potente. Confermata la presenza del lettore ottico per supporti su Bly-ray, che saranno di 100 gb. Indizio che lascia immaginare facilmente ad un comparto grafico votato al 4k pieno e non ‘parziale’ come era stato con Ps4.

Quello è in foto è il reale dev kit in dotazione agli sviluppatori

Poi si potrà procedere con una installazione modulare dei giochi. Si potrà cioè scegliere quali parti di un videogioco installare, per garantire una gestione di spazio di immagazzinamento migliore. Se in un gioco non ci interesserà la parte legata al multiplayer, ad esempio, potremo tranquillamente scegliere di non installarla. Questa scelta pare sia stata presa perché gli hard disk SSD non dovrebbero avere una capienza elevata. Poi ci sarà una interfaccia completa, che ci informerà in tempo reale di tutto ciò che stanno facendo i nostri amici e di quali novità ci saranno. Per finire, è stato confermato che le immagini relative a Playstation 5 circolate negli ultimi tempi corrispondono a realtà. Quello che si vede è il dev kit fornito agli sviluppatori. La forma finale di Ps5 però sarà presumibilmente diversa.

I possibili giochi al lancio di Ps5

Già si fanno i nomi di quelli che dovrebbero essere i titoli di lancio. Ai vari Death Stranding, The Last of Us Capitolo II e Ghost of Tsushima, che usciranno da novembre a presumibilmente giugno 2020 e che saranno cross-gen (giocabili sia su Ps4 che su Ps5), si dovrebbero aggiungere seguiti di esclusive Sony famosissime degli ultimi anni come Horizon: Zero Down 2 ed il seguito dell’apprezzatissimo God of War del 2018. Senza contare possibili eventuali nuovi capitolo per Marvel’s Spider-Man e Gran Turismo, che sono stati utilizzati proprio per mostrare agli sviluppatori ciò che la Playstation 5 è in grado di fare. È comunque ancora prezzo per parlare di specifiche nel dettaglio, così come di prezzo. Lo farà di sicuro Sony in qualche evento dedicato nei prossimi mesi.

Ipotesi di prezzo

Resta da vedere se l’azienda giapponese riprenderà il suo appuntamento ‘Sony Experience’, che si tiene tradizionalmente ogni mese di dicembre da diverso tempo ma che l’anno scorso non ha avuto luogo. Per quanto riguarda il prezzo, presupponendo comunque delle specifiche davvero notevoli, è probabile che si parta da un minimo di 500 euro al lancio. Difficile che Sony voglia ripercorrere la strategia di vendere la console dal day one in perdita, come già accaduto in passato per Playstation 3 e 4. Gli introiti mancanti però verrebbero abbondantemente ricoperti dai servizi in abbonamento e dalla vendita dei giochi nel breve volgere di poco tempo.