Manuel Bortuzzo: dura condanna per chi lo ha reso paralizzato

Il dramma del nuotatore Manuel Bortuzzo: dura condanna per chi lo ha reso paralizzato, emessa la sentenza nei confronti degli sparatori.

Manuel Bortuzzo (Facebook)

Condannati a 16 anni Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano imputati per il ferimento del nuotatore Manuel Bortuzzo. La pubblica accusa aveva chiesto 20 anni. I due giovani che hanno sparato hanno reso una confessione spontanea, mentre le drammatiche immagini dell’agguato sono state successivamente diffuse. Secondo il gip, i due avrebbero agito per uccidere e non colpito per errore. Ora è arrivata la dura sentenza di condanna.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La sentenza del processo per il ferimento di Manuel Bortuzzo

Quando venne ferito in maniera grave, il nuotatore azzurro era in compagnia della fidanzata Martina Rossi. A lei andò molto meglio. I due feritori sono sotto processo per duplice tentato omicidio, agli sparatori sono state inoltre riconosciute la premeditazione e l’aggravante dei futili motivi, la detenzione e la ricettazione di arma da fuoco e la rissa. L’avvocato Massimo Ciardullo, legale di parte civile, ha definito giusta la sentenza: “L’impianto accusatorio ha retto, soprattutto per quanto riguarda la premeditazione”.

Ha inoltre affermato che per Manuel Bortuzzo “una sentenza severa l’ha data il referto medico che ha sancito per lui la paralisi delle gambe”. Il nuotatore aveva raccontato dopo il ferimento: “Ricordo tutto, il proiettile che mi colpisce, il dolore, io che cado a terra. Quando ho capito quello che mi era successo e ciò che mi aspetterà, ho immaginato il mio futuro ‘diverso’ e ho pensato subito a lei: a Bebe Vio, è lei la mia eroina”