Germania: chi è l’autore dell’attacco alla sinagoga di Halle

Germania, ha un volto l’autore dell’attacco alla sinagoga di Halle, chi è l’attentatore che ha ripreso il gesto compiuto con una GoPro.

(Twitter)

Ha un volto l’uomo che ha compiuto un attacco a una sinagoga nella città di Halle, nella Germania orientale, e ha causato la morte di almeno due persone. L’uomo ha colpito anche un negozio doner kebab nella zona della sinagoga. L’attentatore ha trasmesso l’attacco al sito web di Twitch in diretta streaming, secondo quanto riferito dai media. L’assassino pronunciò dichiarazioni antisemite e slogan di tipo nazista. La notizia viene diffusa da RT.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è l’autore dell’attacco alla sinagoga in Germania

L’uomo, che non è stato ancora identificato, è apparso su una diretta video, registrata con una videocamera GoPro, parlando in inglese. Ha detto che il femminismo era responsabile del calo dei tassi di natalità dei paesi occidentali che sono poi usati come scusa per l’immigrazione di massa. L’attaccante ha anche accusato gli ebrei di essere “la radice di tutti i problemi”. L’uomo, definitosi ‘Anon’, ovvero senza identità, è un negazionista dell’Olocausto. Il video inquietante di 35 minuti mostra anche l’attentatore che si aggira per le strade, cercando di irrompere in una sinagoga, irrompere in un negozio di kebab mentre spara alle persone, oltre a sparare in una direzione non specificata.

Secondo il capo della comunità ebraica di Halle, Max Privorozki, l’autore dell’attacco che indossava un elmetto d’acciaio e portava un fucile, cercò di sparare alle porte della sinagoga. Ha anche tentato di usare un ordigno rudimentale. L’uomo ha agito da solo, secondo gli ultimi aggiornamenti dei media. Il quotidiano tedesco Tagesspiegel, citando fonti di sicurezza, riferisce che la polizia considera il tiratore un “lupo solitario”. Smentita dunque la notizia circa la presenza di complici dell’attentatore. Il sospetto è stato arrestato subito dopo l’attacco. La polizia non ha rivelato la sua identità. Secondo i media, è un cittadino tedesco di 30 anni che in precedenza era sconosciuto alla polizia o al servizio di sicurezza interno tedesco BfV.