Stefano Pioli, chi è: età, carriera, vita del nuovo allenatore del Milan

Conosciamo meglio la carriera e la storia di Stefano Pioli, a breve ufficialmente nuovo allenatore del Milan: ecco tutte le curiosità 

Stefano Pioli Milan
Getty Images

Stefano Pioli nasce a Parma il 20 ottobre 1965. Inizia a giocare nel settore giovanile del club emiliano, arrivando a giocare nel ruolo di difensore in prima squadra all’età di 18 anni. In due stagioni in Serie C1 gioca 42 partite mettendo a segno una rete. Poi nel 1984 passa alla Juventus, facendo il suo debutto in maglia bianconera nella vittoria in Coppa Italia contro il Palermo. Dopo quattro settimane arriva anche il suo esordio in campo europeo contro l’Ilves. In tre stagioni a Torino colleziona complessivamente 62 presenze condite da una rete. Poi passa al Verona nel 1987 dove colleziona 42 presenze dopo due stagioni, poi vola alla Fiorentina dal 1989 al 1995. Durante la partita con il Bari nel 1994, a seguito di uno scontro di gioco riporta un arresto cardio-respiratorio, che lo costringe ad alcuni giorni di ricovero in ospedale. Padova, Pistoiese e Fiorenzuola sono le sue ultime squadre da professionista. Infine, chiude la carriera all’età di 34 anni nel Coloro giocando insieme al fratello Leonardo in Eccellenza.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Stefano Pioli, carriera da allenatore

Inizia così il suo percorso da tecnico partendo dalle tre stagioni con il Bologna (1999-2002) vincendo un campionato Allievi Nazionali. Poi passa alla Primavera del Chievo, mentre nel giugno 2003 fa il suo debutto alla guida della Salernitana in Serie B dopo il ripescaggio.  Poi allena il Modena, sfiorando alla prima stagione i play-off. Nel 2006 diventa l’allenatore del Parma facendo il suo debutto su una panchina di Serie A. Torna in Serie B guidando Grosseto, Piacenza e Sassuolo prima del suo ritorno in massima serie sulla panchina del Chievo Verona. Per tre anni guida il Bologna per poi passare alla Lazio fino alla sua grande occasione chiamata Inter fungendo da traghettatore. Nel 2017 firma per la Fiorentina per sostituire Paulo Sousa dove chiude la prima stagione all’ottavo posto in classifica. Il 9 aprile 2019 rassegna le dimissioni dopo la sconfitta casalinga contro il Frosinone. A distanza di mesi una nuova occasione chiamata Milan.