Seggiolini anti abbandono, scatta l’obbligo: come funziona e cosa fare

Con la firma del decreto scatta l’obbligo di installazione dei dispositivi anti-abbandono sui seggiolini per i bambini di età inferiore a quattro anni. 

Via all’obbligo di installazione dei dispositivi anti-abbandono sui seggiolini per i bambini di età inferiore ai quattro anni. Il ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, ha firmato il decreto attuativo dell’articolo 172 del Nuovo codice della strada per prevenire l’abbandono di bambini nei veicoli, fenomeno tristemente noto alle cronache nazionali ed internazionali. L’obbligo entrerà in vigore non appena il decreto legge sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, nei prossimi giorni.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le agevolazioni fiscali per i seggiolini anti abbandono

Il decreto sui seggiolini anti-abbandono – spiega una nota del ministero dei Trasporti – segna il passaggio conclusivo della legge dopo lʼapprovazione del Parlamento con il voto di tutti i gruppi politici, il parere favorevole acquisito dalla Commissione Europea e il via libera dei giorni scorsi del Consiglio di Stato.

La prima firmataria della legge, Giorgia Meloni, ha commentato: “Oggi posso dire che ogni vita salvata con questa legge sarà valsa tutti i miei anni di battaglie in politica”. Sul seggiolino ci sarà un sistema di allarme connesso allo smartphone che ricorderà al guidatore, tramite un segnale sonoro, la presenza del piccolo passeggero a bordo, prima che lo stesso guidatore esca dal veicolo.

Vista e considerata l’importanza di questi dispositivi, volti a scongiurare eventi tragici come quelli che tante, troppe volte vi abbiamo raccontato, sono allo studio le modalità di attuazione dell’agevolazione fiscale prevista per favorirne l’acquisto e incrementare le relative risorse.

EDS