Il “salvatore” di tossicodipendenti Kevin Donovan morto di overdose

Tragedia a Syracuse, negli Stati Uniti: Kevin Donovan, promotore del Narcan, è morto per un’apparente overdose.

Kevin Donovan ha lavorato all’ACR Health di Syracus, nello Stato di New York (Usa), e i colleghi ricordano la sua passione per aiutare gli altri. Ha insegnato a migliaia di persone come usare il Narcan, un farmaco salvavita che inverte gli effetti di un overdose da oppioidi. Ironia della sorte, è morto lui stesso a causa di un’apparente overdose.

Un ennesimo caso di overdose

Wil Murtaugh, direttore esecutivo di ACR Health, ha detto che delle migliaia di persone che Donovan ha formato, oltre 500 hanno usato i loro kit Narcan. “Ciò significa che le vite di 500 persone sono state salvate”, ha spiegato Murtaugh, sottolineando che Donovan ha condiviso la sua antica lotta contro la dipendenza con le persone che formava, facendone così tesoro.

Un paio di persone, a quanto pare, sapevano che Donovan aveva ripreso a fare occasionalmente uso di droga; ma lui non ha mai chiesto aiuto come avrebbe dovuto. “Stiamo tutti molto dispiaciuti, perché lui sapeva che eravamo qui per lui e poteva venire da noi in qualsiasi momento e avere il nostro aiuto”, confessa. “Questo è un tipico caso di overdose. Ne abbiamo avuti molti. Le persone finiscono per drogarsi da sole e muoiono da sole, perché non hanno intorno a loro il supporto di cui hanno bisogno. Cerchiamo di educare tutti, e così faceva anche Kevin…”. Non è la prima volta che succede un episodio del genere in ACR Health. Altri due membri dello staff hanno perso la vita per overdose nel 2016 e nel 2017.

EDS