Poliziotti uccisi a Trieste, parole choc di Chef Rubio: scoppia la polemica

Chef Rubio
Poliziotti uccisi a Trieste, parole choc di Chef Rubio: scoppia la polemica. Moltissimi i nomi della politica, dello spettacolo e dei sindacati di Polizia che hanno preso le distanze dalle parole dello chef scritte sui social.

Solo poche ore fa sono morti a Trieste i due poliziotti Matteo Demenego e Pierluigi Rotta, a seguito di quanto successo nella questura del capoluogo friulano. Chef Rubio ha suscitato non poche polemiche per il post sui social, precisamente su Twitter, che recitava: “Inammissibile che un ladro riesca a disarmare un agente. Le colpe di questa ennesima tragedia evitabile risiedono nei vertici di un sistema stantio che manda a morire giovani impreparati fisicamente e psicologicamente. Io non mi sento sicuro in mano vostra”.

Chef Rubio, critiche e polemiche al post sui fatti di Trieste

Il post non è passato di certo inosservato, scatenando le reazioni del mondo politico. In primis Matteo Salvini ha reagito con queste parole a quanto affermato da Rubio: “A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio. Non sei uno “chef”, sei uno stupido”. Anche Giorgia Meloni ha commentato con un “Miserabile”, quanto affermato da Rubio. Apostrofando quest’ultimo come un individuo in cerca di visibilità e le sue parole come agghiaccianti.

In queste ore ha inoltre detto la sua anche il segretario generale del sindacato di Poliza Coisp, Domenico Pianese. Quest’ultimo, intervistato da Adnkronos, ha dichiarato quanto le parole di Rubio siano state offensive e insensate. Sottolineando inoltre quanto la sua sia una notorietà impropria in quanto dovrebbe essere invece collocato “ai margini della società, mancando di qualità come il senso di responsabilità e il buon senso teoricamente alla base del comportamento per chi ambisce a diventare un personaggio pubblico”. Anche il Siulp si è espresso attraverso il suo segretario generale Felice Romano che espresso la certezza che Rubio confermerebbe vicinanza ai poliziotti qualora glielo si chiedesse ma che con le sue parole ha voluto probabilmente dire che questi ragazzi sono abbandonati a se stessi dalla catena di comando. Cosa che, a detta di Romano, non è sempre vera.

Anche il fratello della vittima, Gianluca Demenego, si era lasciato andare ad un duro sfogo contro le parole di Rubio, chiedendogli poi scusa. Gianluca aveva infatti scritto: “Beh tieni sempre la guardia alta quando giri perché se colgo impreparato pure te fai la fine di mio fratello! Uomo di merda! Ti auguro di perdere un tuo caro!”. Anche dal mondo dello spettacolo sono piovute critiche a quanto affermato da Chef Rubio, Rita Dalla Chiesa e Dj Ringo non hanno esitato a condannare le sue parole.

Leggi tutte le notizie su Google News