Meteo, maltempo in arrivo su tutta la Penisola: attesi temporali e vento forte

Meteo maltempo
Meteo maltempo con temporali su tutta italia FOTO viagginews

Situazione meteo maltempo: pioverà su diverse zone d’Italia da domani con una situazione negativa fino a venerdì. Gli allarmi della Protezione Civile.

Il meteo annuncia maltempo in arrivo a causa di una perturbazione di provenienza atlantica. Ad essere colpite saranno per prime le regioni del Nord Italia, con temporali e nubi sparse che ben presto si estenderanno su tutto il territorio nazionale. Contestualmente caleranno anche le temperature, con l’intensificarsi susseguente dei venti nei quadranti settentrionali. Già pronta ad intervenire la Protezione Civile con diverse sezioni locali. Il maltempo potrebbe causare criticità nei territori ‘storicamente’ a rischio come Genova e dintorni. Per lunedì 7 ottobre dovrebbe piovere proprio su Liguria, Toscana e poi su Lazio, Campania e Basilicata. La pioggia raggiungerà poi Calabria e Sicilia nella tarda mattinata. Non si esclude anche qualche episodio di grandine mista a vento forte.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Meteo, maltempo diffuso su tutta la penisola

Da ovest il meteo peggiorerà progressivamente verso est, con l’aria fredda che soffierà anche su Emilia-Romagna, Marche ed altre regioni del centro. Riguardo ai comunicati cui prestare attenzione, la Protezione Civile ha parlato di allerta arancione su quello che è il versante ionico settentrionale della Calabria. Stessa situazione anche per quello nord-est della Sicilia. Poi allerta gialla sulla Maremma e sul resto della Sicilia, oltre che sulla Sardegna. Allarme giallo anche in Lazio, Campania, Molise, Abruzzo, Puglia, Basilicata e sul resto della Calabria. Il vortice di bassa pressione interesserà come detto il Nord. Ed in particolare Piemonte, Val d’Aosta e Pianura Padana. Martedì dovrebbe poi seguire una piccola tregua, con ancora maltempo atteso in zone sparse per mercoledì e giovedì. Venerdì infine la pressione dovrebbe tornare a salire, con un miglioramento generale della situazione. Veneto e Friuli-Venezia Giulia dovrebbero invece uscirne sostanzialmente indenni.