Home News La straziante preghiera di Elton John: “Non lasciarmi morire…”

La straziante preghiera di Elton John: “Non lasciarmi morire…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:54
CONDIVIDI

“Non lasciarmi morire, dammi più tempo … ti prego, fammi vedere di nuovo i miei figli”: ecco la straziante preghiera di Sir Elton John.

Mentre giaceva su un letto moribondo a causa di un’infezione – gli erano state date solo 24 ore di vita – Elton John ha rivolto una straziante preghiera a qualcuno lassù. Lo ha rivelato la stessa star nel suo nuovo sensazionale libro di memorie intitolato Me – Elton John di prossima uscita (Macmillan 2019). Un racconto senza reticenze e senza sconti per niente e nessuno, con parole sincere ma anche maliziosamente divertenti. A partire dalla sua lotta segreta contro il cancro che gli ha fatto temere il peggio.

Le sensazionali rivelazioni di Elton John

Sir Elton John ha rivelato solo oggi come una grave infezione a seguito di un intervento chirurgico per il cancro alla prostata lo abbia lasciato a “24 ore dalla morte”. Il celebre cantante, che è stato in terapia intensiva per due giorni dopo aver sofferto di complicazioni, ha detto che è venuto in ospedale e ha pregato: “Per favore, non farmi morire, per favore, fammi vedere di nuovo i miei figli…”.

In un “diario” di cui il Daily Mail ha anticipato alcuni estratti, la 72enne star della musica (e non solo), attualmente in tournée d’addio, alza il velo su questo e altri episodi straordinari – nel bene e nel male – della sua vita. “Una colonscopia di routine ha spostato il fluido in modo permanente, pochi giorni prima del mio settantesimo compleanno”, scrive Sir Elton. Il quale fu portato d’urgenza in ospedale dopo essersi sentito “male come mai in vita mia”. “Sono stato portato all’ospedale King Edward VII di Londra, dove ho fatto una tac”, ha detto. ‘Mi è stato detto che le mie condizioni erano così gravi che l’ospedale non aveva le apparecchiature necessarie”.

Quindi il trasferimento in una clinica specializzata della capitale inglese e poi il ricovero in terapia intensiva. “Quando mi sono presentato, mi hanno detto che avevo contratto una grave infezione in Sud America e che la stavano trattando con dosi endovenose di antibiotici – ricorda Elton John -. Ma la febbre è tornata. Hanno prelevato un campione dell’infezione … era molto più grave di quanto si fossero resi conto per la prima volta”.

‘Ci sono state risonanze magnetiche e Dio sa quante altre procedure. I dottori dissero a David che ero a 24 ore dalla morte. Se il tour sudamericano fosse andato avanti per un altro giorno, sarebbe stata la fine”. Dopo 11 giorni in ospedale, il Nostro è stato finalmente autorizzato a tornare a casa e ha impiegato sette settimane per “riprendersi, imparando a camminare di nuovo”.

“Quindi sono stato incredibilmente fortunato – confessa Elton John – anche se, devo dire, non mi sentivo terribilmente fortunato in quel momento. Sono rimasto sveglio tutta la notte, chiedendomi se sarei morto. In ospedale, da solo nel cuore della notte, avevo pregato: Per favore, non lasciarmi morire, per favore, fammi vedere di nuovo i miei figli, per favore, dammi ancora un po'”. Le sue preghiere sono state esaudite. Sir Elton ha optato per un intervento chirurgico per il cancro alla prostata piuttosto che per un ciclo di radioterapia e chemioterapia perché quest’ultimo avrebbe significato decine di viaggi in ospedale. Oggi è tornato in piena salute, accanto al marito David Furnish e ai loro figli, Zachary e Elijah.

EDS