Studente modello per i genitori: “Domani mi laureo”, poi si suicida

Lo studente ritenuto modello si è impiccato il giorno della laurea dopo non aver mentito ai suoi genitori che aveva fallito nel suo obiettivo.

Nicholas Turner (Facebook)

Uno studente si è ucciso a casa il giorno in cui avrebbe dovuto festeggiare la sua laurea. La vicenda è stata denunciata dalla polizia inglese. Nicholas Turner, 23 anni, è tornato a casa dei suoi genitori a Tunbridge Wells, nel Kent, prima dell’estate di quest’anno. Aveva raccontato di aver brillantemente superato tutti gli esami in ingegneria meccanica all’università di Southampton quando in realtà aveva fallito.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Gli ultimi momenti di vita dello studente suicida

La cerimonia di laurea doveva svolgersi il 23 luglio e i suoi genitori si stavano preparando per andare all’evento con lui. Ma un vicino vide il suo corpo appeso fuori dalla casa dei suoi genitori poco dopo le 7 di quella mattina. Stando a quanto emerso nell’inchiesta, Nicholas Turner la notte prima della sua morte non sembrava essere angosciato e aveva preparato la cena per la sua famiglia.

Suo padre Geoff disse di aver scoperto che suo figlio aveva fallito dopo la sua morte. Ha detto: “Aveva seguito un corso piuttosto impegnativo nella sua educazione, ma aveva sempre fatto bene o sembrava fare bene”. Il sergente Brian Smith ha detto che il corpo di Nicholas è stato individuato dal vicino di casa. Intanto, il medico legale ha spiegato nel corso del processo di non potere ovviamente stabilire se il suicidio possa essere stato determinato dai sensi di colpa. Tanti sono intanto i messaggi di cordoglio che in queste settimane sono giunti alla famiglia del giovane suicida. In molti sono rimasti senza parole di fronte a questa scelta estrema e terribile.

Leggi anche –> Pesaro, cade dal balcone e muore prima di discutere la tesi di laurea