Chi è Alice: età, carriera e vita privata della cantante italiana

Conosciamo meglio la storia e la carriera di Carla Bissi, in arte Alice: ecco tutte le curiosità sulla sua vita privata

Alice chi è
Screenshot video

Carla Bissi, in arte Alice, nasce a Forlì il 26 settembre 1954. Canta fin da piccolissima e, come ha svelato in passato, la prima volta risale a quando aveva 15 mesi in una chiesa nella sua città natale. All’età di otto anni inizia a studiare pianoforte e canto con la sua prima partecipazione al “V° Festival Internazionale dei Ragazzi” a Sanremo risale al 1965, dove si classifica al secondo posto in classifica. Poi fa il suo debutto nel mondo discografico nell’estate del 1971 vincendo il Festival “Voci Nuove” di Castrocaro Terme con la canzone “Tanta voglia di lei” dei Pooh.
Nel febbraio 1972 partecipa di diritto al Festival di Sanremo con “Il mio cuore se ne va”, senza arrivare in finale. Nello stesso anno si aggiudica la “Gondola d’Argento” alla Mostra Internazionale di Musica Leggera di Venezia con il brano “La festa mia”, scritto da Franco Califano e Maurizio Fabrizio. Poi pubblica un terzo 45 giri “Il giorno dopo/Vivere un po’, morire un po’”. Dopo una pausa di riflessione nel 1975  Giancarlo Lucariello, all’epoca noto produttore dei Pooh, le propone di ripartire cambiando nome: Carla Bissi diventa Alice Visconti e pubblica il suo primo album “La mia poca grande età”.

Il 45 giri “Io voglio vivere” ottiene un discreto successo in Italia e viene anche registrato in lingua catalana. La sua carriera riprende a volare e così Alice pubblica il 45 giri “Piccola anima/Mondo a matita” e poi nel 1977 il successivo “Un’isola/Alberi”. Nel 1980, dopo l’incontro con Battiato, arriva la svolta della sua carriera con il cambio di casa discografica passando alla EMI. Inizia ad essere, non solo interprete, ma anche autrice e compositrice di tutti i brani.

Nel marzo del 1980 nasce quindi “Capo Nord”, trainato dal singolo “Il vento caldo dell’estate” riscuotendo successo anche al Festivalbar. Nel 1981 Alice vince il festival di Sanremo con “Per Elisa” scritta con Battiato e Giusto Pio. Di lì allora il suo successo cresce, in particolare in Germania per poi espandersi in Austria, Svizzera, Belgio, Olanda. Nel settembre 1982 esce dunque “Azimut” prima della hit estiva “Messaggio”. Vanta anche una collaborazione con Eugenio Finardi che con la canzone “Laura degli specchi”. Nel 1987 Alice pubblica “Elisir” con l’inedita “Nuvole” e la cover di “The fool on the hill” dei Beatles. Nel 1988 Alice pubblica un nuovo album “Mélodie passagère”, in cui interpreta splendide pagine di musica colta di Satie, Fauré e Ravel accompagnata soltanto al pianoforte dal maestro Michele Fedrigotti.

Nel 1992 incide un ultimo album per la Emi dal titolo “Mezzogiorno sulle Alpi”: per la prima volta in questo disco canta la poesia di P.P.Pasolini con “La recessione”. Dopo due anni Alice torna alla musica classica con il progetto “Art et Décoration”. Nel 1995 partecipa al “Tributo ad Augusto Daolio” con una personale e suggestiva “L’auto corre lontano…,ma io corro da te”. Negli ultimi ha partecipato a diversi disco come “Parole in primo piano”, in cui ha cantato con il brano “Eternità”. Nel 2015 partecipa allo spettacolo prodotto dalla Sugar di Caterina Caselli “La Dolce Vita: la Musica del Cinema Italiano” con due brani. Nel febbraio 2018 ha cantato  “Almeno pensami” con Ron al Festival di Sanremo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Alice: vita privata della cantante italiana

Nel 1984 ha incontrato l’uomo della sua vita, Francesco Messina, produttore e autore di canzoni. Stanno insieme da una vita e ha pubblicato tutti gli album di Alice, da “Park hotel” in poi.