Nel 2018 sparò ad una bambina di un anno, adesso chiede patteggiamento

Roma: chiede il patteggiamento offrendo 220mila euro Marco Arezio, l’uomo di 59 anni che nel 2018 sparò ad una bambina rom di un anno.

Viale dei Romanisti (Fonte: Google Maps)

Marco Arezio, l’ex dipendente del Senato che a luglio 2018 sparò contro una bambina rom di un anno, ha chiesto il patteggiamento, allo scopo di ottenere un terzo di sconto della pena. La richiesta di patteggiamento, avanzata ieri davanti al Giudice dell’Udienza Preliminare Anna Maria Gavoni dai legali di Arezio, offre 220mila euro come risarcimento danni per la bambina, Cerasela, e i suoi genitori. Sarà il pm Roberta Capponi a decidere sulla richiesta degli anni di reclusione e del risarcimento danni.

Potrebbe interessarti anche –> Tennis: frasi moleste a una ragazzina di 13 anni, sospeso un arbitro

Sparò ad una bambina rom di un anno, adesso offre 220mila euro come patteggiamento

L’episodio era avvenuto il 17 Luglio 2018 a Roma, più precisamente in Viale dei Romanisti, nella zona di Torre Spaccata. Cerasela aveva solo un anno, e si trovava in braccio alla madre quando venne ferita alla schiena da un piombino, sparato da un balcone con una pistola ad aria compressa. La bambina ha rischiato la paralisi ma poi si è ripresa, anche se non si esclude la possibilità che rimanga zoppa a vita.

Marco Arezio: chiede patteggiamento l’uomo che sparò ad una bambina di un anno a Roma

Marco Arezio, 59 anni, si era costituito una settimana dopo l’accaduto e l’avvio delle indagini. Accusato di lesioni volontarie aggravate e violazione della legge sulle armi, Arezio inizialmente aveva dichiarato che si era trattato di un incidente, ma poi aveva ammesso di aver appositamente modificato l’arma per renderla più potente. L’ex dipendente del Senato, inoltre, aveva dichiarato di aver sparato verso l’alto; la sua tesi venne smentita dopo poco tempo dalla perizia balistica, che comunicò: “L’arma ha fatto fuoco a ridosso della balaustra, puntata verso il basso, con una pressione di circa 1,290 kg e dopo essere stata caricata tirando indietro la leva dell’otturatore con una certa forza”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!