L’allarme del Principe Harry: “Meghan vittima come mia mamma Diana”

Principe Harry
(Getty Images)

In seguito alla pubblicazione di una lettera privata della moglie, il Principe Harry ha attaccato la stampa, evidenziando come Meghan sia diventata una vittima, come la madre.

Nel corso dei mesi scorsi Meghan Markle ed il Principe Harry sono stati spesso attaccati dai tabloid per le loro scelte di vita. I duchi sono stati criticati per la scelta di mantenere la privacy molto alta, aver deciso di non concedere alla stampa la presenza per il battesimo di Archie ed anche per un utilizzo eccessivo di aerei. Per lungo tempo hanno fatto finta di nulla, preferendo non rispondere apertamente, ma nelle scorse ore il Principe Harry ha lanciato un duro attacco alla stampa britannica.

A convincere il Principe che era giunto il momento di fare sentire la propria voce è stata la pubblicazione di una lettera privata di Meghan. La missiva in questione era indirizzata al padre e pare sia stato l’uomo a mostrarla. La duchessa del Sussex ha deciso di denunciare il ‘Mail on Sunday’ per violazione della privacy. Vedendola soffrire, il marito ha invece lanciato un’invettiva sul loro sito personale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’allarme del Principe Harry: “Meghan vittima dei media come mia madre”

La denuncia pubblica del Duca inizia con le seguenti parole: “Malauguratamente, mia moglie è diventata una delle ultime vittime dei tabloid britannici che conducono campagne contro individui senza pensare alle conseguenze. Una campagna senza regole che è partita dagli anni passati, passata attraverso la sua gravidanza e continua durante la crescita di suo figlio”. In un passo seguente il Principe sottolinea come questa campagna denigratoria abbia dei costi: “Ci sono dei danni umani per questa implacabile propaganda, specie quando è consapevolmente falsa e maliziosa; sebbene abbiamo continuato a mostrarci sorridenti – e molti lo possono testimoniare – non posso nemmeno cominciare a descrivere quanto sia stato doloroso”.

Esprimersi in questo modo, in questo momento, ha l’obbiettivo di porre un freno a quella propaganda denigratoria subita fino ad ora. Il suo timore è che se avesse taciuto ancora, con il passare del tempo, i danni causati sarebbero stati talmente gravi da portare a conseguenze estreme. Non a caso il Principe cita il caso della madre: “La mia paura più profonda è che la storia si ripeta. Ho assistito a cosa succede quando una persona che ami viene standardizzata al punto da non essere più vista come un essere umano – scrive Harry ancora – Ho assistito alla morte di mia madre, adesso vedo mia moglie che cade vittima delle stesse potenti forze”.