Scontri polizia-lavoratori, il deputato Stefano Fassina finisce in ospedale – VIDEO

Stefano Fassina è rimasto ferito negli scontri tra forze dell’ordine e lavoratori davanti alla sede di Roma Metropolitane.

Quando le forze dell’ordine hanno sfondato il cordone di dipendenti che stavano manifestando contro Roma Metropolitane dopo lo stop ai lavori della Metro C, tanti attivisti se la sono vista brutta. Tra loro anche il capogruppo di Sinistra Italiana in Campidoglio Stefano Fassina, trascinato dalla Polizia mentre forzava il blocco tra i manifestanti e rimasto privo di sensi.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La protesta di Stefano Fassina prima della corsa in ospedale

Mentre era in corso la riunione per la liquidazione di Roma Metropolitane, i lavoratori a rischio stavano protestando fuori dal palazzo della società sulla Tuscolana. All’arrivo dei rappresentanti del Campidoglio si è scatenato un pandemonio, con la Polizia a scortare i delegati forzando il blocco dei manifestanti. A terra sono rimasti diversi lavoratori nonché, come detto, il deputato Stefano Fassina.

Travolto dalla calca e dalla carica della Polizia, Stefano Fassina ha perso per qualche momento conoscenze ed è poi stato portato via da una delle ambulanze giunte sul posto. “Questo è come è ridotta Roma – ha scritto in diretta su Facebook Julian Gareth Colabello Consigliere Pd e Presidente della Commissione Trasparenza del XIV Municipio Roma, mentre assisteva al parapiglia -. Per entrare a liquidare una partecipata del Comune la Raggi e i suoi sodali devono usare la celere schiacciando lavoratori, consiglieri di opposizione, sindacalisti lasciando a terra feriti e contusi”.

Secondo il Consigliere Pd è tutta colpa di “un’infamia firmata Lemetti, l’assessore al bilancio del Comune che sta mandando in fallimento tutte le partecipate del Comune semplicemente non pagandole e non facendo nulla. Nel gruppo che resisteva alla carica i Consigliere PD Giulio Pelonzi, Ilaria Piccolo e Giulio Bugarini, il Consigliere e parlamentare SI Stefano Fassina che vedete a terra e che è stato trasportato via in ambulanza, il segretario della Fp Cgil Roma e Lazio, Natale Di Cola e il segretario generale della Uil di Roma e del Lazio, Alberto Civica. Una vergogna senza fine, una vergogna che Roma non merita”. Vedere per credere.

EDS